4/5/2021

Vaccinarsi anche per proteggere gli altri: un nuovo studio dimostra che una sola dose quasi dimezza la trasmissione in famiglia

www.gov.uk/government/organisations/public-health-england
Precedenti studi hanno dimostrato che essere vaccinati contro il coronavirus riduce significativamente anche il rischio di essere infettati.

In uno studio appena pubblicato, coloro che sono stati vaccinati, ma che vengono contagiati 3 settimane dopo aver ricevuto una dose del vaccino Pfizer-BioNTech o AstraZeneca, avevano circa tra il 40% e il 50% in meno di probabilità di trasmettere il virus ai propri contatti familiari rispetto a coloro che non erano vaccinati. La protezione è stata osservata circa 14 giorni dopo la vaccinazione, con livelli di protezione simili indipendentemente dall'età dei casi o dei contatti.

Questa protezione si aggiunge al rischio ridotto che una persona vaccinata sviluppi un'infezione sintomatica, che è tra il 60 e il 65% circa, 4 settimane dopo una dose di uno dei due vaccini.

Le famiglie sono ambienti ad alto rischio di trasmissione e forniscono iniziali prove sull'impatto dei vaccini nella prevenzione della trasmissione. Risultati simili potrebbero essere previsti in altri contesti con rischi di trasmissione simili, come alloggi condivisi e prigioni.

Collegando i dati del caso e del contatto familiare con lo stato della vaccinazione, lo studio ha confrontato la probabilità di trasmissione per un caso vaccinato con uno non vaccinato.

Lo studio ha incluso oltre 57.000 contatti da 24.000 famiglie, in cui vi era un caso positivo confermato in laboratorio che aveva ricevuto la vaccinazione, rispetto a quasi 1 milione di contatti di casi non vaccinati.
caso indice contatto trasmissione post vaccinazioneOdds ratio e intervalli di confidenza al 95% per i contatti che diventano un caso secondario, se il caso indice è stato vaccinato con ChAdOx1 nCoV-19 o BNT162b2,
21 giorni o più prima del risultato positivo, rispetto ai contatti in cui il caso indice non è stato vaccinato. Risultati per età del caso indice e contatto.


Un precedente studio di autori affiliati a Public Health England ha dimostrato che entrambi i vaccini Pfizer-BioNTech e AstraZeneca sono altamente efficaci nel ridurre le infezioni da COVID-19 tra le persone anziane.

Inoltre, un report di Public Health England Public Health England ha calcolato che alla fine di marzo siano stati prevenuti 10.400 decessi con la vaccinazione.
vaccinazione decessi
Sono rappresentati nell’immagine: la copertura dei vaccini, i decessi osservati e i decessi attesi, calcolati con una precisa metodologia descritta nel report.


Entro la fine di marzo 2021, si stima che siano stati evitati 9.100 decessi in individui di età pari o superiore a 80 anni, 1.200 in individui di età compresa tra 70 e 79 anni e 100 in individui di età compresa tra 60 e 69 anni per un totale di 10.400 decessi evitati in individui di età pari o superiore a 60 anni.

Per saperne di più:

quadratino Impact of vaccination on household transmission of SARS-COV-2 in England
Ross J Harris, Jennifer A Hall, Asad Zaidi, Nick J Andrews, J Kevin Dunbar, Gavin Dabrera. Preprint april 2021.

quadratino Public Health England Press release. One dose of COVID-19 vaccine can cut household transmission by up to half. 28 April 2021

quadratino Early effectiveness of COVID-19 vaccination with BNT162b2 mRNA vaccine and ChAdOx1 adenovirus vector vaccine on symptomatic disease, hospitalisations and mortality in older adults in England
MedRxiv Posted March 02, 2021.

quadratino Public Health England. Impact of COVID-19 vaccines on mortality in England: December 2020 to March 2021
PHE publications gateway number: GW-7989.





immagine:Persone vettore creata da pch.vector - it.freepik.com