1/7/2021

Ipertertensione, fattore di rischio d’infezione e Covid-19 grave? Evidenze e lacune nelle ricerche e conoscenze ad oggi

www.who.int; www.academic.oup.com
Le malattie croniche non trasmissibili sono state identificate come fattori di rischio per l'infezione da SARS CoV-2 e come fattori prognostici per COVID-19 grave e per altri esiti sfavorevoli (ricovero in unità di terapia intensiva o mortalità). Tra queste si annovera l'ipertensione, una malattia non trasmissibile che colpisce milioni di persone in tutto il mondo.

Ipertensione e Covid-19: lo scientific brief dell'OMS

L’OMS ha recentemente pubblicato uno scientific brief, basato su una revisione sistematica rapida, per esaminare se l'ipertensione aumenta il rischio di infezione da SARS CoV-2 e di malattia grave. Il documento si focalizza quindi sul ruolo dell'ipertensione come fattore di rischio e prognostico, mentre elenca le lacune nella ricerca e nella conoscenza.

In precedenza, l'OMS aveva riconosciuto che l'ipertensione, insieme ad altre malattie cardiovascolari, aumentava il rischio di COVID-19 grave e la mortalità.
Allo stesso modo, una nota informativa dell'OMS del marzo 2020 riportava che le persone con malattie non trasmissibili preesistenti, inclusa l'ipertensione, sembravano essere più vulnerabili allo sviluppo di una forma grave di COVID-19.

Scientific brief Hypertension and COVID-19: metodi

Il protocollo per la revisione rapida è stato predisposto prima della ricerca delle evidenze e dell'analisi dei dati.
È stata effettuata una revisione sistematica utilizzando Medline, Embase e Global Health tramite Ovid; la ricerca è stata condotta l'11 gennaio 2021 senza restrizioni linguistiche. Le revisioni sistematiche con meta-analisi o stime del rischio sono state incluse solo se riportavano come esposizione evidenze sull'ipertensione (auto-riferita o diagnosticata) e COVID-19 o COVID-19 grave come esiti.
La diagnosi di SARS-COV-2 avrebbe potuto essere basata su qualsiasi test di laboratorio (ad esempio RT-PCR), imaging o diagnosi clinica.
Sono stati seguiti metodi di revisione sistematica standard.
Lo strumento AMSTAR-2 è stato utilizzato per valutare la qualità delle revisioni sistematiche incluse in questa breve sintesi. I risultati sono presentati in modo narrativo. Ugualmente, a partire dall'ultima data di ricerca delle revisioni sistematiche considerate, sono stati selezionati gli studi primari recuperati attraverso la ricerca bibliografica e sintetizzati i rapporti pertinenti (che forniscono stime di associazione/rischio aggiustate).

Scientific brief Hypertension and COVID-19: evidenze

Sono state identificate 53 revisioni sistematiche e meta-analisi peer-reviewed che studiavano l'ipertensione nell’esposizione e COVID-19 grave come risultato.
La gravità della malattia poteva essere ricondotta a:
  • ammissione alle unità di terapia intensiva
  • ventilazione meccanica
  • progressione della malattia
  • gravità clinicamente definita
  • combinazione di questi esiti (cioè, esito composito)
  • mortalità.
La maggior parte degli studi ha seguito un disegno retrospettivo o prospettico, basato su registri o coorti di pazienti. Quasi tutte le revisioni sistematiche e le meta-analisi hanno rivelato che l'ipertensione era fortemente associata a una forma grave di COVID-19. Tuttavia, non era chiaro se le stime aggregate fossero approssimative o aggiustate (ad esempio relative ad altre comorbilità).

Non c'erano revisioni sistematiche
e meta-analisi che esaminassero se l'ipertensione aumentasse il rischio di contrarre l'infezione da SARS CoV-2.

Sono stati selezionati 9 studi primari, ognuno dei quali riportava stime di associazione/rischio aggiustate. Le variabili incluse nei modelli di regressione erano età, sesso, segni, sintomi e comorbidità. I risultati erano relativi a grave malattia e mortalità. Questi 9 rapporti hanno suggerito che l'ipertensione fosse associata a un rischio più elevato di esiti sfavorevoli.

Limiti della revisione e lacune nelle conoscenze

Tre limitazioni chiave sono state identificate per trarre conclusioni definitive:
  • in primo luogo, le revisioni sistematiche e le meta-analisi non hanno riportato chiaramente se l'associazione o le stime di rischio raccolte fossero basate su risultati grezzi o corretti
  • in secondo luogo, le ricerche bibliografiche sono state condotte tra febbraio e agosto 2020. Sebbene all'epoca esistessero già diversi rapporti originali, questi includevano campioni limitati e, in molti casi, riportavano associazioni o stime di rischio non corrette
  • in terzo luogo, molte delle revisioni sistematiche qui riassunte non hanno condotto un rischio di valutazione dei bias e, quando lo hanno fatto, non hanno utilizzato lo strumento più appropriato per gli studi sui fattori prognostici (come QUIPS).
Le prove disponibili sono complessivamente coerenti nel suggerire che l'ipertensione aumenta il rischio di COVID-19, il ricovero in unità di terapia intensiva, malattia grave e mortalità. Tuttavia, se questi maggiori rischi fossero indipendenti da altri fattori di rischio, non è stato completamente chiarito. Futuri studi originali, revisioni sistematiche e meta-analisi, comprese meta-analisi a livello individuale, potrebbero integrare le prove attuali.

L'ipertensione come fattore di rischio per l'acquisizione dell'infezione da SARS CoV-2 non è stata studiata da revisioni sistematiche e meta-analisi. Le future revisioni sistematiche, le meta-analisi e gli studi originali dovrebbero anche spiegare chiaramente come è stata accertata la presenza di ipertensione (ad esempio auto-riferita, estratta da cartelle cliniche passate o dichiarazioni di farmaci o misurata attivamente come parte dello studio).

Scientific brief Hypertension and COVID-19: conclusioni

Quasi tutte le prove disponibili suggeriscono che l'ipertensione aumenta il rischio di COVID-19 grave, definito come ricovero in terapia intensiva, gravità clinicamente definita o una combinazione di questi, o rischio di mortalità. Tuttavia, a volte dagli studi condotti non risulta chiaro se questo profilo prognostico sia indipendente da altri fattori di rischio e non ci sono revisioni sistematiche o meta-analisi che abbiano studiato se le persone con ipertensione, rispetto a individui altrimenti sani, siano a maggior rischio di essere infettati da SARS-CoV-2.

Malattie renali, cardio e cerebrovascolari, diabete e Covid-19 in una recente revisione letteraria

La revisione sistematica Cardiovascular risk factors, cardiovascular disease, and COVID-19: an umbrella review of systematic reviews, che ha considerato studi dal 1 gennaio 2020 al 5 novembre 2020, non è tra quelle inserite nel Brief di OMS, perché pubblicata recentemente.

I seguenti fattori di rischio sono stati associati a mortalità più elevata e COVID-19 grave:
  • malattia renale [odds ratio (OR) (intervallo di confidenza 95%) per mortalità 3,07 (2,43-3,88)],
  • diabete mellito [OR 2,09 (1,80-2,42)]
  • ipertensione [OR 2,50 (2,02-3,11)]
  • anamnesi di fumo [rapporto di rischio (RR) 1,26 (1,20-1,32)]
  • malattie cerebrovascolari [RR 2,75 (1,54-4,89)]
  • malattie cardiovascolari [OR 2,65 (1,86-3,78 )].
Gli autori della revisione evidenziano anche che:
  • le patologie del fegato sono associate a maggiori probabilità di mortalità [OR 2,81 (1,31-6,01)], ma non a COVID-19 grave
  • l'abitudine attuale al fumo è associata a un rischio più elevato di COVID-19 grave [RR 1,80 (1,14-2,85)], ma non alla mortalità
  • l’obesità è associata a maggiori probabilità di mortalità [OR 2,18 (1,10-4,34)], ma c'è un'assenza di evidenze per COVID-19 grave
  • nei pazienti ricoverati con COVID-19 sono state identificate le seguenti complicanze cardiovascolari incidenti: insufficienza cardiaca acuta (2%), infarto miocardico (4%), trombosi venosa profonda (7%), danno miocardico (10%), angina (10% ), aritmie (18%), embolia polmonare (19%) e tromboembolia venosa (25%).
In particolare per l’ipertensione viene precisato:
  • delle revisioni che hanno esaminato l'ipertensione, 15 sono state classificate come di qualità modesta
  • tra queste Luo e colleghi includevano il maggior numero di studi e suggerivano che l'ipertensione fosse associata a probabilità di mortalità 2,5 volte più elevata [pool OR 2,50, (2,02-3,11), studi n = 58, notevole eterogeneità (I2 = 93%)]. Essi hanno anche riportato un'associazione significativa tra ipertensione e maggiori probabilità di COVID-19 grave [pool OR 2,56 (2,12-3,11), studi n = 55, notevole eterogeneità (I2 = 83%)]
  • una revisione di moderata qualità ha riportato un'associazione significativa tra ipertensione e probabilità più elevata di esito avverso composito di mortalità, ventilazione meccanica o COVID-19 grave [pool OR 3,15 (2,26-4,41), studi n = 38, eterogeneità moderata (I2 = 40 %)]
  • due revisioni di qualità moderata hanno esaminato l'associazione tra ipertensione e rischio di ricovero in terapia intensiva (Fang X et al. e  Villalobos N et al.)
  • la revisione più ampia e recente (Villalobos N et al.) [NdR in preprint però da agosto 2020] riportava un RR aggregato di 1,4 (1,1-1,7), studi n = 9 e una sostanziale eterogeneità (I2 = 53%).
Le associazioni tra l'uso di farmaci antipertensivi e gli esiti da COVID-19, non sono state esaminate in questa revisione generale.


Per saperne di più:

quadratino WHO. Hypertension and COVID-19. COVID-19 Scientific briefs (17 June 2021)

quadratino Cardiovascular risk factors, cardiovascular disease, and COVID-19: an umbrella review of systematic reviews.
Harrison SL, Buckley BJR, Rivera-Caravaca JM, Zhang J, Lip GYH. Eur Heart J Qual Care Clin Outcomes. 2021 Jun 9:qcab029.

quadratino WHO. Information note on COVID-19 and noncommunicable diseases (23 March 2020)

quadratino The potential association between common comorbidities and severity and mortality of coronavirus disease 2019: a pooled analysis
Luo L, Fu M, Li Y, Hu S, Luo J, Chen Z et al. Clin Cardiol 2020;43:1478–1493.

quadratino Predictors of adverse prognosis in COVID-19: a systematic review and meta-analysis
Figliozzi S, Masci PG, Ahmadi N, Tondi L, Koutli E, Aimo A et al. Eur J Clin Invest 2020;50:e13362.

quadratino Epidemiological, comorbidity factors with severity and prognosis of COVID-19: a systematic review and meta-analysis
Fang X, Li S, Yu H, Wang P, Zhang Y, Chen Z et al. Aging 2020;12:12493–12503.

quadratino Quantification of the association between predisposing health conditions, demographic, and behavioural factors with hospitalisation, intensive care unit admission, and death from COVID-19: a systematic review and meta-analysis
Villalobos N, Ott J, Klett-Tammen C, Bockey A, Vanella P, Krause G et al. Preprint available at medRXiv 2020. 10.1101/2020.07.30.20165050.




immagine: Infografica vettore creata da vectorjuice - it.freepik.com