10/1/2018

Ipertensione: associazione fra trattamento e mortalità o eventi cardiovascolari per i differenti livelli di pressione

www.jamanetwork.com
L'ipertensione è il più importante fattore di rischio per morte e malattie cardiovascolari in tutto il mondo.

Una nuova revisione sistematica e meta-analisi, che ha incluso 74 trial e più di 300mila pazienti, afferma che la terapia per abbassare la pressione sanguigna è associata a un ridotto rischio di morte e malattie cardiovascolari se la pressione arteriosa sistolica basale è 140 mmHg o superiore.

Al di sotto di 140 mmHg, l'effetto del trattamento è neutro nei trial di prevenzione primarie, ma con un possibile beneficio sugli eventi cardiovascolari non fatali nei trial di pazienti con malattia coronarica.

La pressione arteriosa sistolica di 140 mmHg o superiore deve essere trattata per prevenire la morte e le malattie cardiovascolari, mentre il trattamento può essere preso in considerazione nei pazienti con pressione arteriosa sistolica inferiore a 140 mmHg e malattia coronarica, ma non per prevenzione primaria.


Per saperne di più:

quadratino Association of Blood Pressure Lowering With Mortality and Cardiovascular Disease Across Blood Pressure Levels: A Systematic Review and Meta-analysis.
Brunström M, Carlberg B.
JAMA Intern Med. 2018 Jan 1;178(1):28-36.
doi: 10.1001/jamainternmed.2017.6015. PMID:29131895
logo nbst pagina dettaglio Disponibile in NBST
MA SOLO DAL MESE SUCCESSIVO ALLA PUBBLICAZIONE
   
quadratino leggi anche il nostro approfondimento Ipertensione aggiornate le linee guida americane. Le soglie minime di allerta si abbassano al di sotto di 120/80 mmHg