20/4/2018

Epatite cronica C: le azioni del programma triennale per il controllo della malattia in Toscana e le schede di approfondimento da Uptodate

www.uptodate.com
L’infezione acuta iniziale da HCV è nella maggior parte dei casi asintomatica e anitterica. In coloro che manifestano clinicamente la malattia, l’esordio è insidioso con anoressia, nausea, vomito, febbre, dolori addominali e ittero. Un decorso fulminante fatale si osserva assai raramente (0,1%), mentre un’elevata percentuale dei casi, stimata fino all’85%, andrà incontro a cronicizzazione. Il 20-30% dei pazienti con epatite cronica C sviluppa, nell’arco di 10-20 anni, cirrosi e, in circa l’1-4%, successivo epatocarcinoma.

La Toscana con la recente delibera n.397 del 9 aprile 2018 della Giunta Regionale, contenente il “Progetto per la realizzazione di un programma per il controllo dell'epatite cronica C in Toscana”, ha rifocalizzato l’attenzione su questa patologia. Ma la Toscana è da molti anni impegnata nella “lotta” per eradicare il virus, come già dettagliatamente specificato nella delibera n. 647 del 18 maggio 2015 “Programma per l’eradicazione del virus dell’epatite cronica C nella popolazione toscana”.

Obiettivo del programma è quello di eradicare il virus dell'epatite C nella popolazione toscana nel corso del triennio 2018-2020, incrementando l'offerta ambulatoriale e curando 6.200 pazienti l'anno. Nel 2015, la stima della popolazione dei pazienti affetti da HCV nella regione era di circa 26.000 soggetti pari allo 0,7% della popolazione. L'attuale popolazione ancora da trattare risulta essere di circa 18.500 pazienti. Il progetto varato nella delibera prevede di trattare i 18.500 pazienti restanti nell'arco dei prossimi tre anni, con un costo annuo di 44 milioni per l'acquisto del farmaco e l'attività progettuale.
Il costo potrebbe però scendere, come auspica lo stesso governatore Enrico Rossi, poiché la stima è basata sull'attuale valore medio del singolo trattamento. E' verosimile, infatti, che possa verificarsi una sostanziale riduzione del costo unitario del trattamento legato all'uscita di nuove molecole sul mercato, che determineranno atteggiamenti concorrenziali tra le ditte produttrici.

Al fine di caratterizzare i pazienti con infezione cronica da HCV in carico ai servizi specialistici di gastroenterologia ed epatologia, malattie infettive e medicina interna, l'ARS aveva svolto nel 2015 una prima indagine epidemiologica informatizzata. Quindici le Unità operative coinvolte. La rilevazione, terminata il 31 dicembre 2015, ha raccolto le informazioni socio demografiche e cliniche relative a 4.654 persone affette da epatiti virali croniche (HBV e HCV), la diagnosi è stata specificata in 4.015 pazienti, di cui 2.919 HCV, 1.096 HBV. I risultati sono stati pubblicati nel rapporto Epidemiologia dell’infezione cronica da HCV in Toscana, 2017.

NBST ha sino al 30 giugno la possibilità di accedere alla banca dati UpToDate, che presenta varie schede informative sull'Epatite C, fornendo una visione completa sul tema.
Abbiamo pensato di segnalare quelle maggiormente rilevanti presenti nel sistema, predisposto con l'obiettivo di aiutare i professionisti sanitari a prendere in modo rapido le decisioni migliori per la cura del paziente.

Per saperne di più:

quadratino  Report ARS Toscana. Epidemiologia dell’infezione cronica da HCV in Toscana 
quadratino EASL Recommendations on Treatment of Hepatitis C 2018. J Hepatol. 2018 Apr 9. pii: S0168-8278(18)31968-8. doi: 10.1016/j.jhep.2018.03.026
uptodate Overview of the management of chronic hepatitis C virus infection
uptodate  Patient evaluation and selection for antiviral therapy for chronic hepatitis C virus infection
uptodate  Predictors of response to antiviral therapy for chronic hepatitis C virus infection
uptodate Screening for chronic hepatitis C virus infection
uptodate Informazioni per i pazienti Hepatitis C (The Basics)


Attenzione: uptodate.com contiene molti altri approfondimenti sul tema!