23/7/2018

Riunioni “estenuanti”? Resteranno solo un ricordo. Dall’OMS la guida per pianificare meeting salutari e sostenibili

www.euro.who.int
Fornire cibi sani, usufruire di ambienti senza fumo di tabacco, incoraggiare l'attività fisica e concentrarsi sulla sostenibilità: sono queste le azioni che offrono, all'interno dei meeting, l’opportunità per creare una cultura della salute e del benessere e per proteggere e minimizzare l'impatto sull'ambiente.

Sulla base di queste premesse, l’OMS europeo ha redatto una guida destinata a essere utilizzata da tutti i suoi dipendenti, per pianificare l’organizzazione di meeting, siano questi brevi incontri, eventi sul luogo di lavoro o riunioni di uno o più giorni che coinvolgono più gruppi di partecipanti.

Ogni incontro è un'opportunità per aumentare la consapevolezza - tra partecipanti, personale e fornitori di servizi - dei benefici di una dieta sana e di attività fisica regolare e dell'utilizzo di pratiche sostenibili per proteggere l'ambiente.
È importante spiegare in anticipo ai partecipanti che l'evento seguirà i principi di salute e sostenibilità e che la scelta della sala, del cibo e delle bevande, financo la pianificazione dell'agenda della riunione, si baseranno su questi principi.

La guida introduce le seguenti idee semplici e facilmente applicabili, per alimentazione e attività fisica:
  • assicurarsi che la frutta e la verdura fresca siano la base di ogni snack fornito
  • ridurre le dimensioni delle porzioni per scoraggiare la sovralimentazione e ridurre gli sprechi alimentari (ad esempio, tagliare a metà prodotti da forno o sandwich)
  • scegliere cibi integrali come pane integrale, pasta integrale e riso integrale
  • evitare di offrire bevande zuccherate, bevande gassate e succhi di frutta; privilegiare l'acqua, servita da sola o con l'aggiunta di frutta fresca tagliata, verdure o erbe profumate per dare un sapore supplementare
  • scegliere prodotti con minore contenuto di sale e chiedere ai ristoratori di ridurre la quantità di sale nel menu, proponendo loro di utilizzare erbe, spezie, oppure aceto, succo di limone o lime per aromatizzare
  • offrire ai partecipanti l'opportunità di essere fisicamente attivi, incorporando l'attività fisica nell'agenda della riunione o concedendo un tempo sufficiente durante le pause pranzo per consentire alle persone di muoversi e riconcentrarsi. E’ questa forse la cosa che presenta maggiori difficoltà nella realizzazione, secondo gli esempi forniti nella guida.
La guida precisa che il luogo d'incontro deve essere per non fumatori e deve esserci una chiara segnaletica che l’evento è smoke-free.
Inoltre suggerisce di considerare di organizzare un evento di più giorni in una città con una politica anti-tabacco completa, che garantisca che i luoghi pubblici interni e altri spazi pubblici, a seconda dei casi, siano senza fumo. Questo non è facilmente realizzabile in Italia.

I suggerimenti per la “sostenibilità ambientale” sono riferiti a vari aspetti tra cui: la sede del convegno, gli alloggi, i mezzi di trasporto e la mobilità, il materiale informativo consegnato, gli sprechi e i rifiuti evitabili.
E’ infine messa a disposizione una checklist che aiuterà gli organizzatori degli eventi a verificare se tutto sia stato correttamente predisposto.


Per saperne di più:

quadratino  WHO Europe. Planning healthy and sustainable meetings 2018





immagine: by Freepik