16/11/2018

Herpes Zoster: una malattia diffusa con impatto rilevante e sotto-stimato. La Regione Toscana offre gratuitamente la vaccinazione.

https://www.bmj.com/
L’Herpes Zoster (HZ), chiamato comunemente anche “fuoco di Sant’Antonio”, è una patologia comune e debilitante causata dalla riattivazione del virus della Varicella Zoster (VZV), contratto generalmente nel corso dell’infanzia.
In seguito all’infezione primaria, che si manifesta come varicella, il virus rimasto silente nei gangli sensitivi craniali e del midollo spinale, può riattivarsi con l’aumentare dell’età (in particolare a partire dai 50 anni) e/o con la riduzione della risposta immunitaria.

E’ stato recentemente pubblicato da BMJ uno studio realizzato per confrontare l'efficacia (efficacy), l'efficacia su campo (effectiveness) e la sicurezza (safety) del vaccino anti-herpes zoster vivo attenuato, di quello composto da sub-unità adiuvato e dell'effetto “placebo”, negli adulti di età pari o superiore a 50 anni.

Cosa già si conosce su questo argomento
Sono disponibili due vaccini contro l'herpes zoster (fuoco di Sant'Antonio): un vaccino vivo attenuato e un vaccino composto da sub-unità adiuvato (adjuvant recombinant subunit vaccine). Nessun trial ha direttamente confrontato la sicurezza, l'efficacia e l'efficacia su campo di questi vaccini.

Che cosa aggiunge questa revisione
Il vaccino composto da sub-unità adiuvato potrebbe prevenire più casi di herpes zoster rispetto al vaccino vivo attenuato. Rispetto al vaccino vivo attenuato, tuttavia, questo vaccino potrebbe comportare un rischio maggiore di eventi avversi nei punti di iniezione.

La Regione Toscana offre gratuitamente la vaccinazione anti-herpes zoster a partire dai 65 anni di età. Il vaccino è offerto inoltre gratuitamente in presenza di diabete mellito, patologia cardiovascolare, broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) ed ai soggetti destinati a terapia immunosoppressiva.


Il Piano nazionale di prevenzione vaccinale 2017-2019
Ha introdotto l'offerta gratuita della vaccinazione anti-Herpes Zoster. Nell’allegato al piano, vi sono precisi riferimenti:

“La terza vaccinazione rilevante per il soggetto anziano è quella contro l’herpes zoster. Tale immunizzazione è in grado di ridurre di circa il 65% i casi di nevralgia post-erpetica, che è una delle complicanze più frequenti e debilitanti della malattia, e circa il 50% di tutti i casi clinici di zoster. La coorte cui la vaccinazione deve essere offerta attivamente è rappresentata dai soggetti di 65 anni di età”.

Inoltre, è indicata la vaccinazione contro herpes zoster nei soggetti a rischio a partire dai 50 anni di età.

“La presenza di alcune patologie può aumentare il rischio di patologia da herpes zoster o aggravarne il quadro sintomatologico. Oltre alla fascia d’età anziana la vaccinazione va quindi offerta in presenza di:
  • diabete mellito
  • patologia cardiovascolare
  • BPCO
  • soggetti destinati a terapia immunosoppressiva”

AIFA include ZOSTAVAX – vaccino vivo attenuato, tra i vaccini autorizzati e commercializzati non inclusi nella legge 119/2017- “Disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale”

Per saperne di più:

quadratino Efficacy, effectiveness, and safety of herpes zoster vaccines in adults aged 50 and older: systematic review and network meta-analysis.
Tricco AC, Zarin W, Cardoso R, Veroniki AA, Khan PA, Nincic V, Ghassemi M, Warren R, Sharpe JP, Page AV, Straus SE.
BMJ. 2018 Oct 25;363:k4029. doi: 10.1136/bmj.k4029.

FREE ACCESS

quadratino Piano nazionale prevenzione vaccinale 2017-2019
quadratino AIFA. Vaccini autorizzati e commercializzati non inclusi nella legge 119/2017