4/12/2018

Gli Omega-3 possono prevenire le nascite pretermine? Come influiscono sugli esiti perinatali?

https://www.cochranelibrary.com/
In gravidanza, assunzioni più elevate di alimenti contenenti omega-3 LCPUFA (acidi grassi polinsaturi a lunga catena), come quelli contenuti nei pesci, sono stati associati con un periodo di gestazione più lungo e migliori esiti perinatali sia per la madre che per i neonati. Lo conferma una revisione recentemente pubblicata in Cochrane Database of Systematic Reviews, che aggiorna una precedente del 2006.

Gli autori hanno selezionato studi randomizzati controllati (RCT), che avevano confrontato l’assunzione durante la gravidanza di acidi grassi omega-3, (come supplementi o come alimenti, interventi indipendenti o con co-interventi), con placebo o no omega-3, e di studi o “bracci” di studi che avevano confrontato direttamente dosi o tipi di LCPUFA. Dall'analisi complessiva dei dati è stato rilevato, nelle donne che assumevano LCPUFA omega-3 rispetto a nessun omega-3:
  • riduzione delle nascite pretermine <37 settimane e delle nascite pretermine precoce <34 settimane
  • possibile riduzione del rischio di morte perinatale e di ammissione alle cure neonatali
  • rischio ridotto di bambini LBW (basso peso alla nascita)
  • un possibile piccolo aumento del rischio di bambini LGA (grandezza per età gestazionale)

Gli autori della revisione concludono quindi che l'integrazione di omega-3 LCPUFA durante la gravidanza è una strategia efficace per ridurre l'incidenza del parto pretermine, anche se probabilmente aumenta l'incidenza delle gravidanze post-termine. In questa fase non sono necessari ulteriori studi che confrontino LCPUFA omega-3 e placebo (per stabilire la causalità in relazione alla nascita pretermine).
Altri 23 trial in corso devono ancora riferire su oltre 5.000 donne, quindi non sono necessari ulteriori studi randomizzati per confrontare LCPUFA omega-3 rispetto al placebo o nessun intervento.
E' tuttavia necessario un ulteriore follow-up degli studi completati per valutare i risultati a lungo termine per madre e figlio, per migliorare la comprensione dei percorsi metabolici, di crescita e di sviluppo neurologico in particolare, e per stabilire se e come i risultati variano a seconda dei diversi tipi di omega -3 LCPUFA, tempi e dosi, o dalle caratteristiche delle donne.


Per saperne di più:

quadratino Omega‐3 fatty acid addition during pregnancy
Middleton P, Gomersall JC, Gould JF, Shepherd E, Olsen SF, Makrides M.
Cochrane Database of Systematic Reviews 2018, Issue 11. Art. No.: CD003402.

NBST ha l'accesso