20/1/2021

Bmj dedica all'epidemia da nuovo coronavirus un'intera sezione

bmj.com

BMJ: gli articoli più recenti sull'epidemia di Covid-19

L'editorial board del BMJ dedica alle informazioni sull'epidemia il BMJ's Coronavirus (covid-19) Hub con contenuti accessibili gratuitamente.

bmj tasti covid1   Guida pratica di BMJ Best Practice sulla diagnosi e gestione dei pazienti con Covid-19.
bmj tasti covid3     Terapie per Covid-19:
revisione sistematica ad interim che sarà costantemente aggiornata così da riflettere le prove emergenti.


Abbiamo deciso di mettere in evidenza qui i più recenti e lasciare per la consultazione il repository (a cui si accede dal pulsante in fondo alla pagina).



Cosa sappiamo sulla probabilità di reinfezione
19 GENNAIO. What we know about covid-19 reinfection so far
Per la maggior parte dei coronavirus il recupero conferisce un certo grado di immunità alla reinfezione. Ma un piccolo numero di pazienti ha contratto il covid-19 per la seconda volta. L'articolo fa il punto sulle conoscenze ad oggi.

Gli intervalli tra le due dosi del vaccino Pfizer
19 GENNAIO. Covid-19: Assess the effects of extending Pfizer vaccine dosing interval, expert urges
Diventa sempre più urgente indagare gli effetti dell'estensione del divario tra la prima e la seconda dose del vaccino Pfizer BioNTech covid-19. A differenza degli studi sul vaccino di Oxford, tuttavia, lo studio sul vaccino Pfizer non ha testato intervalli di dosaggio diversi: tutti i partecipanti hanno ricevuto la seconda dose 21 giorni dopo la prima. I risultati pubblicati sul New England Journal of Medicine hanno riportato che l'efficacia del vaccino tra la prima e la seconda dose era del 52%, tuttavia Pfizer ha sottolineato che non vi sono prove di efficacia per la prima dose dopo 21 giorni.

Le nuove variani di SARS-CoV-2
18 GENNAIO. Covid-19: What new variants are emerging and how are they being investigated?
La nuova variante più trasmissibile di SARS-CoV-2 trovata in Inghilterra è solo una delle tante varianti del virus rilevate in tutto il mondo.

Vaccino anti-Covid e allergie
18 GENNAIO. Vaccinating against covid-19 in people who report allergies
La maggior parte dei pazienti può essere rassicurata e vaccinata. L'uso del vaccino Pfizer-BioNTech covid-19 in persone con una storia di allergie gravi è stato temporaneamente interrotto nel Regno Unito dopo che due operatori sanitari hanno avuto reazioni anafilattiche all'inizio di dicembre. La Medicines and Healthcare Products Regulatory Agency (MHRA) ha dichiarato al tempo che "qualsiasi persona con una storia di anafilassi a un vaccino, medicinale o cibo non dovrebbe ricevere il vaccino Pfizer / BioNTech."
Tuttavia, l'MHRA ha rivisto la sua posizione il 30 dicembre dopo un'attenta valutazione basata su una sorveglianza rafforzata di oltre un milione di dosi del vaccino nel Regno Unito e nel Nord America, anche nelle giurisdizioni in cui alle persone con allergie gravi non è mai stato impedito di ricevere il vaccino. Ha scoperto nessuna evidenza di un aumento del rischio di anafilassi al vaccino Pfizer-BioNTech tra le persone con anamnesi allergiche gravi, ma non correlate e ha avvisato che solo le persone che hanno avuto una reazione allergica alla prima dose di questo vaccino o che hanno avuto precedentemente reazioni a uno qualsiasi dei suoi componenti non dovrebbe riceverlo.

Norvegia: 23 decessi tra anziani fragili dopo la vaccinazione anti Covid
15 GENNAIO. Covid-19: Norway investigates 23 deaths in frail elderly patients after vaccination
Ai medici norvegesi è stato detto di condurre valutazioni più approfondite nei pazienti anziani molto fragili in attesa di ricevere il vaccino Pfizer BioNTec contro Covid-19, a seguito della morte di 23 pazienti subito dopo aver ricevuto il vaccino.

Immunizzazione: l'era delle immunity app
13 GENNAIO. Immunized? There’s an app for that
Un “cartellino giallo” per l'era digitale o un mezzo per un nuovo divario sociale? Se hai una certa età o viaggi in luoghi esotici, conoscerai il "cartellino giallo" rilasciato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità originariamente per l'uso nelle epidemie di febbre gialla. Questo biglietto pieghevole e tascabile mostrava la storia delle vaccinazioni di una persona ai valichi di frontiera internazionali. Ora però siamo digitali, ovviamente, quindi abbiamo bisogno di un'app per telefoni cellulari per documentare se siamo stati testati e presto immunizzati contro covid-19...

Il vaccino Oxford-AstraZeneca
12 GENNAIO. How the Oxford-AstraZeneca covid-19 vaccine was made
Andrew Pollard che ha guidato gli studi clinici sui vaccini di Oxford nel Regno Unito, Brasile e Sud Africa racconta come è nato il vaccino, come è stato elaborato il dosaggio e se resisterà alle nuove varianti.

Scuole sicure
12 GENNAIO. Creating covid secure schools: we need strategy, not just ad hoc responses
Come sempre, quando si tratta della politica del governo britannico sulle scuole, tutto ciò che sentiamo è lo stridio dei freni di emergenza: così inizia l'articolo.

Le morti aumentano dopo Natale in Inghilterra e Galles
12 GENNAIO. Covid-19: Deaths rise after Christmas in England and Wales
Quasi un terzo (31,2%) di tutti i decessi in Inghilterra e Galles nella settimana terminata con il 1° gennaio sono per covid-19, mostrano i dati dell'Ufficio per le statistiche nazionali. In quella settimana sono stati registrati 11.541 decessi, 2304 in più rispetto alla media quinquennale e 220 in più rispetto alla settimana precedente. Di questi, 3417 morti erano per covid-19.

Test rapidi per il coronavirus in UK
12 GENNAIO. Covid-19: Controversial rapid test policy divides doctors and scientists
La nuova politica del governo britannico di distribuire test rapidi per il coronavirus alle autorità locali in Inghilterra ha diviso la comunità medica e scientifica.

Lockdown 3.0
8 GENNAIO. Lockdown 3.0: an opportunity to join up thinking
Un'emergenza sanitaria di questa portata richiede un approccio strategico e sistematico

Stanchezza pandemica per le restrizioni 
7 GENNAIO. Pandemic fatigue? How adherence to covid-19 regulations has been misrepresented and why it matters
Mentre l'Inghilterra e la Scozia iniziano un altro periodo di blocco, dobbiamo tutti fare i conti con restrizioni più rigide, molto probabilmente per un periodo di tempo relativamente lungo. La nozione di stanchezza comportamentale associata all'aderenza a restrizioni (la cosiddetta "stanchezza pandemica") è stata un tema ricorrente durante tutta la crisi. È stata invocata prima della prima ondata nel marzo 2020 come motivo per ritardare le restrizioni.

Per gli articoli precedenti apri il repository:

bmj apri articoli



Per saperne di più, consulta:

quadratino la sezione dedicata al nuovo coronavirus su Lancet
quadratino la sezione dedicata al nuovo coronavirus su Jama
quadratino la sezione dedicata al nuovo coronavirus su Nejm

quadratino la sezione Nuovo coronavirus sul sito web dell'Agenzia regionale di sanità della Toscana con le ultime novità sulla situazione epidemiologica in Italia, Toscana, raccomandazioni e buone pratiche.

quadratino gli articoli sul portale Infezioni Obiettivo Zero: