17/3/2021

Arriva il certificato verde

www.jamanetwork.com
Incentivizing Vaccination Uptake. The “Green Pass” Proposal in Israel
Wilf-Miron R, Myers V, Saban M.
JAMA. Published online March 15, 2021. doi:10.1001/jama.2021.4300

L'esitazione vaccinale, identificata nel 2019 dall'Organizzazione mondiale della sanità come una delle principali minacce alla salute globale, è diventata una questione ancor più importante durante la pandemia.

Il pass israeliano e la proposta al vaglio della Commissione Europea

Molti studi evidenziano le preoccupazioni riguardanti le nuove tecnologie troppo accelerate utilizzate per lo sviluppo dei vaccini, e queste, insieme alle preoccupazioni consolidate degli oppositori ai vaccini, contribuiscono a una sostanziale esitazione a ricevere i vaccini.

Israele, con una popolazione di 9,3 milioni di abitanti, ha ottenuto una scorta sufficiente di vaccino Pfizer-BioNTech alla fine del 2020 e la vaccinazione è iniziata il 20 dicembre. La campagna di vaccinazione ha coinvolto in primis il personale sanitario, persone di età pari o superiore a 60 anni e le persone con problemi di salute (p. es. immunodeficienza, malattia polmonare cronica, diabete). La vaccinazione dei gruppi più giovani è seguita entro 1 mese. Il 20 febbraio scorso, il 40% dei cittadini di età pari o superiore a 16 anni e oltre l'80% di quelli di età pari o superiore a 60 anni aveva ricevuto 2 dosi di vaccino. Questo successo è il risultato di una campagna di vaccinazione ben organizzata a livello nazionale, che fornisce assicurazione a tutti i cittadini e offre un facile accesso in tutto il paese.

All'inizio del programma, tuttavia, ampi settori di popolazione sono stati lenti ad accettare il vaccino. Gruppi organizzati antivax con una forte presenza sui social hanno contribuito ad aumentare le ansie riguardanti la vaccinazione non solo in Israele, ma nel mondo. Nel tentativo di aumentare i tassi di vaccinazione per ottenere l'immunità di gregge, ridurre la tensione sul sistema sanitario e rimuovere le restrizioni sociali, il governo ha preso in considerazione vari incentivi e sanzioni.

Il ministro della salute ha così introdotto il cosiddetto "green pass" per consentire l'accesso (attualmente limitato a 6 mesi) a eventi sociali, culturali e sportivi, nonché a palestre, hotel e ristoranti indipendentemente dal fatto che si sia guariti da COVID-19 o si sia stati vaccinati (1 settimana dopo la seconda dose). Il pass verde consentirebbe anche di evitare la quarantena (cioè, la necessità di restare isolati per 10-14 giorni dopo il contatto con un caso COVID-19 confermato o al ritorno da un viaggio internazionale).

Le persone che sono state vaccinate possono scaricare il pass dall'app o dal sito web del ministero della salute israeliano o utilizzare un documento stampato con un codice QR. Dovranno mostrarlo per acquistare biglietti per eventi o all'ingresso di determinati luoghi pubblici.

Le esenzioni dalla quarantena, la promessa di revoca delle restrizioni e di una circolazione più libera potrebbero aver incoraggiato alcuni individui che erano incerti sulla vaccinazione a riceverla. Tuttavia, sebbene gli incentivi possano aumentare leggermente i tassi di vaccinazione, potrebbero non essere sufficienti per superare i dubbi sull'efficacia e la sicurezza dei nuovi vaccini.

Anche la Commissione europea ha presentato la proposta di un pass covid digitale per agevolare la circolazione sicura dei cittadini in Europa.

Il certificato verde digitale proverà che si è stati vaccinati contro COVID-19, si è risultati negativi al test o si è guariti da COVID-19. Sarà disponibile, gratuitamente, in formato digitale o cartaceo e includerà un codice QR per garantirne l'autenticità.

Se la proposta della Commissione sarà accettata, la scheda informativa che segue mostra come funzionerà:

certificato verde vaccinazione covid



Per gli articoli che JAMA pubblica su Covid-19 rimandiamo alla nostra sezione
Tutti i contenuti sono accessibili gratuitamente.
jama coronavirus

Ricordiamo che per JAMA:
FREE ACCESS per tutti dopo personale registrazione alla rivista 
logo nbst pagina dettaglio Per NBST hanno accesso l'Azienda Usl Centro e l'Azienda Usl Nord Ovest