30/3/2021

Covid- 19, vaccino prima di un intervento chirurgico: una priorità soprattutto per i pazienti oncologici

www.globalsurg.org/covidsurg
Vaccinare i pazienti vulnerabili, e in particolar modo quelli oncologici, prima di sottoporli a interventi chirurgici è prioritario rispetto alla popolazione generale.

Lo studio SARS-CoV-2 vaccination modelling for safe surgery to save lives: data from an international prospective cohort study è stato realizzato sulla base dei dati rilevati da COVIDSurg e da GlobalSurg, raccolti su 141.582 pazienti di 1667 ospedali in 116 paesi. Degli 89.225 adulti sottoposti a chirurgia elettiva, 31.434 hanno avuto una procedura giornaliera e 1202 hanno avuto un'infezione preoperatoria da SARS-CoV-2; 56.589 pazienti sono stati inclusi nelle analisi principali.

Lo studio ha indagato l'impatto della vaccinazione contro la SARS-CoV-2 in pazienti adulti (età di almeno 18 anni) sottoposti a qualsiasi tipo di intervento chirurgico ospedaliero elettivo.

L'outcome primario era il numero necessario di vaccinazioni (NNV- number needed to vaccinate) per prevenire un decesso correlato a COVID-19 in 1 anno.
L'NNV era basato sui tassi di SARS-CoV-2 postoperatori e sulla mortalità dello studio di coorte internazionale (pazienti chirurgici) e sui dati sull'incidenza e sulla mortalità dei casi di SARS-CoV-2 nella comunità (popolazione generale). Le stime dell'NNV sono state stratificate in base all'età (18-49, 50-69, 70 o più anni) e al tipo di intervento chirurgico. Gli scenari migliori e peggiori sono stati utilizzati per descrivere l'incertezza.

L'NNV era più vantaggioso (“favourable”) nei pazienti chirurgici rispetto alla popolazione generale e in particolare nei pazienti di età pari o superiore a 70 anni che necessitavano di un intervento chirurgico per tumore (351; best case 196, worst case 816) o chirurgia non tumorale (733; best case 407, worst case 1664). Entrambi hanno superato l'NNV nella popolazione generale (1840; best case 1196, worst case 3066).
L'NNV per i pazienti chirurgici è rimasto “favourable ” a una gamma di tassi di incidenza di SARS-CoV-2 nella modellazione dell'analisi di sensibilità.

A livello globale, dare la priorità alla vaccinazione preoperatoria dei pazienti che necessitano di un intervento chirurgico elettivo prima della popolazione generale potrebbe prevenire ulteriori 58.687 (best case 115.007, worst case 20.177) morti correlate a COVID-19 in 1 anno.

L’ovvia conclusione è che man mano che procederà la diffusione globale della vaccinazione contro la SARS-CoV-2, i pazienti che necessitano di un intervento chirurgico elettivo dovrebbero avere la priorità rispetto alla popolazione generale.
vaccinazioni pazienti chirurgici


La piattaforma CovidSurg

COVIDSurg presenta nel dettaglio gli studi che potrebbero interessare per approfondire alcuni temi correlati al precedente articolo:
  • CovidSurg Cohort Study: uno studio di coorte, con l'obiettivo di valutare i risultati della chirurgia in pazienti con diagnosi di COVID-19
  • CovidSurg-Cancer: uno studio di coorte che valuta la sicurezza della chirurgia per tutti i tipi di cancro durante la pandemia COVID-19 e l'impatto della pandemia nel ritardo del cancro e nei percorsi di trattamento (l'identificazione dei pazienti è terminata in tutti i centri e si stanno avviando per le fasi finali del progetto).
  • GlobalSurg-CovidSurg Week: uno studio di coorte globale che mira a determinare il momento ottimale per sottoporre un paziente a un intervento chirurgico dopo l'infezione da SARS-CoV-2.

globalsurg covidsurg week patients




Per saperne di più:

quadratino About CovidSurg