6 aprile 2019 - This week in The BMJ

6/4/2019

Cancro al seno: i medici UK dubitano dell'efficacia degli screening

Helen Salisbury: Should I persuade patients to have mammograms?

La dottoressa Helen Salisbury, MMG e docente di Comunicazione all'Università di Oxford, su commissione del BMJ racconta che i medici di medicina generale, come lei, in UK sono incentivati per promuovere gli screening per Ca intestinale, cervicale e del seno. Ma se per i primi il compito è agevole perché esistono prove certe di utilità, è invece imbarazzante per il terzo ...

Leggi le altre segnalazioni e apri i link ai full text...

Collaborazione tra BMJ e National Institute for Health Research: nascono i "segnali", ovvero le valutazioni secondo la migliore evidenza

25/3/2019

Il BMJ avvisa di aver contratto un rapporto di collaborazione con il National Institute for Health Research (NIHR) per la pubblicazione in ogni fascicolo di uno o più "SIGNAL", come vengono chiamate le analisi di nuovi studi fondati sulla migliore evidenza.

www.bmj.com

23 marzo 2019 - This week in The BMJ

23/3/2019

Bmj Signal: test sulla tiroide negli anziani in salute

Repeat thyroid function tests for healthy older people are not needed

Per la rubrica Signal (in cui il BMJ riassume recenti studi che ritiene importanti) viene riassunto uno studio pubblicato dal British Journal of General Practice che riporta la storia naturale dei noduli tiroidei in un quinquennio in un campione di popolazione apparentemente sano. I molti valori pecentuali riportati hanno utilità statistica di salute di popolazione.

Leggi le altre segnalazioni e apri i link ai full text...

16 marzo 2019 - This week in The BMJ

16/3/2019

Adrenalina nelle procedure rianimatorie: pro e contro

Adrenaline can restart the heart, but is no good for the brain

L'NIHR (National Institute for Health Research Dissemination Centre) porta con regolarità all'attenzione dei medici gli articoli della letteratura medica che ritiene particolarmente importanti.
Per iscriversi gratuitamente registrarsi online.
In questo caso riassume un articolo del New England Journal of Medicine dell'agosto 2018 che riporta i risultati del trial PARAMEDIC2 a riguardo del grado di successo rianimatorio in caso di arresto cardiaco con la somministrazione e.v. di adrenalina rispetto al placebo. A fronte del maggiore successo rianimatorio ottenuto, tuttavia molti dei pazienti trattati con adrenalina a 30 giorni presentavano gravi deficit neurologici. Sulla base di questo risultato è attualmente in discussione se continuare o meno a includere l'uso di adrenalina tra le procedure rianimatorie.

Leggi le altre segnalazioni e apri i link ai full text...

9 marzo 2019 - This week in The BMJ

9/3/2019

Diabulimia nei giovani diabetici di tipo 1

Diabulimia: the world’s most dangerous eating disorder

I giovani diabetici tipo 1 possono incorrere nella diabulimia, rifiuto dell'insulina per cercare di mantenersi magri, che comporta neuropatie, osteoporosi, cardiopatie, problemi renali e al fegato. In generale i diabetici tipo 1 dovrebbero contare anche su un sostegno psicologico.

Leggi le altre segnalazioni e apri i link ai full text...

1 marzo 2019 - This week in The BMJ

1/3/2019

Infezioni urinarie nei pazienti anziani in trattamento con antibiotici

Antibiotic management of urinary tract infection in elderly patients in primary care and its association with bloodstream infections and all cause mortality: population based cohort study

Studio di coorte retrospettivo per gli anni 2007-2015 sulla tempistica nel trattamento delle infezioni urinarie nei pazienti anziani. In questo strato di popolazione qualunque ritardo nell'assunzione di antibiotici rispetto al trattamento nella fase iniziale comporta un maggiore rischio di sepsi e di decesso.

Leggi le altre segnalazioni e apri i link ai full text...

23 febbraio 2019 - This week in The BMJ

23/2/2019

Minerva

Brains in space . . . and other stories

1. da JAMA Neurology, le immagini NMR diffusione dell'encefalo di 26 astronauti esaminati prima e dopo un viaggio spaziale rivelano in tutti un incremento del contenuto di acqua, persistente nel tempo) 
2. da DIABETOLOGIA i diabetici trattati con chirurgia bariatrica per obesità presentano non solo una remissione del diabete, ma anche un rischio molto minore di accidenti vascolari rispetto ai non operati
3. da PLOS Medicine, esiste una correlazione diretta fra elevato BMI e incidenza di psoriasi
4. da BMJ Quality&Safety, risulta che nei dipartimenti di urgenza i medici più esperti prendano le decisioni nei casi difficili con maggioire sicurezza
5. da OPEN BMJ, risulta che più attività fisica si fa e meno si accumula grasso

Leggi le altre segnalazioni e apri i link ai full text...

16 febbraio 2019 - This week in The BMJ

16/2/2019

Enterovirus trigger di malattia celiaca?

Enterovirus as trigger of coeliac disease: nested case-control study within prospective birth cohort

Esiste il presupposto che il morbo celiaco sia in qualche misura correlato a precedenti infezioni intestinali. Questo studio prospettico norvegese effettivamente rileva una significativa prevalenza di enterovirus nei campioni fecali in bambini a rischio genetico di malattia celiaca.

Leggi le altre segnalazioni e apri i link ai full text...



2 febbraio 2019 - This week in The BMJ

2/2/2019

Terapia elettroconvulsivante: pro e contro

Should we stop using electroconvulsive therapy?

Dibattito clinico sulla prosecuzione nel Regno Unito della terapia elettroconvulsivante nei casi di depressione. Per l'abolizione argomentano uno psicologo clinico di Londra (Read) e una paziente (Cunliffe): per la modestia e breve durata dell'effetto e i possibili danni cerebrali. Per il mantenimento due neuroscienziati irlandesi (Jauhar e McLoughlin): perché il NICE lo prevede, perché non sono ben documentati gli effetti negativi, perché ha la stessa efficacia degli antidepressivi, ma un costo molto minore.

Leggi le altre segnalazioni e apri i link ai full text...



5 gennaio 2019 - This week in The BMJ

5/1/2019

EVIDENCE - BASED MEDICINE.  Has Cochrane lost its way?
Una giornalista illustra la profonda crisi all' interno della Cochrane Collaboration, che ha condotto all' allontanamento di uno dei fondatori (il danese Peter Gøtzsche), accompagnato in uscita da quattro suoi sostenitori. L'articolo contiene informazioni (quasi un gossip) sui dissidi interni di una struttura scientifica iperortodossa, che nel tempo è diventata grande e influente e per questo è di fatto un centro di potere e anche di benefici economici.


Leggi le altre segnalazioni e apri i link ai full text...