30/4/2020

Lancet, un anno di articoli sull'epidemia di Covid-19: da gennaio ad aprile 2020

thelancet.com
Tavola disegno 12x
Nel Covid-19 Resource Centre Lancet riunisce gli articoli sull'epidemia di Covid-19 contenuti in tutte le riviste del gruppo: sono davvero molti gli articoli che escono quotidianamente e aggiornano le conoscenze sulla malattia. 

Qui sotto il repository degli articoli segnalati da NBST nel primo anno dell'epidemia da gennaio ad aprile 2020.


Pazienti oncologici e infezione da coronavirus

24 APRILE. COMMENT. Effect of the COVID-19 pandemic on cancer treatment and research
I pazienti con tumori ematologici e di altro tipo e soggetti sottoposti a trapianto di cellule staminali ematopoietiche (HSCT), potrebbero essere particolarmente a rischio di COVID-19, poiché tendono ad essere più anziani, hanno più comorbidità e spesso sono immunosoppressi per la loro malattia o per la terapia. Un'analisi retrospettiva di 355 pazienti deceduti per COVID-19 in Italia ha mostrato che il 20% aveva un tumore attivo e uno studio condotto nel 2013-2017 su 678 pazienti che avevano avuto un HSCT ha scoperto che 112 (17%) hanno sviluppato infezione da coronavirus umano e di questi 34 avevano infezione del tratto respiratorio inferiore.

Rischio di suicidio
21 APRILE. COMMENT. Suicide risk and prevention during the COVID-19 pandemic
Vi sono prove che le morti per suicidio siano aumentate negli Stati Uniti durante la pandemia di influenza del 1918-1919 e tra gli anziani di Hong Kong durante l'epidemia di sindrome respiratoria acuta grave (SARS) del 2003.I probabili effetti avversi della pandemia sulle persone con malattie mentali e sulla salute mentale della popolazione in generale potrebbero essere aggravati dalla paura, dall'isolamento personale e dal distanziamento fisico. Il rischio di suicidio potrebbe aumentare a causa dello stigma nei confronti dei soggetti con COVID-19 e delle loro famiglie. Le persone con disturbi psichiatrici potrebbero sperimentare un peggioramento dei sintomi e altri potrebbero sviluppare nuovi problemi di salute mentale.

Capacità di replicazione della SARS-CoV-2
21 APRILE. COMMENT. SARS-CoV-2 cellular tropism
In The Lancet Microbe, Hin Chu e colleghi confrontano la capacità di replicazione della sindrome respiratoria acuta grave coronavirus (SARS-CoV) e della sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 (SARS-CoV-2) in 25 diverse linee cellulari, tra cui nove di origine umana, utilizzando RT-PCR quantitativa.
Lo studio di Chu e colleghi offre possibili indicazioni per progettare studi più approfonditi sulla suscettibilità animale e umana all'infezione da SARS-CoV-2. Tuttavia, dobbiamo tenere presente che i risultati ottenuti nelle linee cellulari potrebbero non ricapitolare sempre gli effetti nell'intero organismo.
La suscettibilità di diverse linee cellulari a SARS-CoV e SARS-CoV-2 offre preziose informazioni per il lavoro futuro su composti antivirali, produzione di ceppi di vaccini, indagine su interattori cellulari e risposte dell'ospite alle infezioni.

Test seriologici
21 APRILE. COMMENT. The important role of serology for COVID-19 control
Questa indagine esemplifica i fallimenti della RT-PCR come unico metodo diagnostico nella sorveglianza, a causa della sua incapacità di rilevare le infezioni passate e del valore aggiunto dei test sierologici, che se svolti all'interno di un periodo corretto dopo l'insorgenza della malattia possono rilevare infezioni sia attive che passate. Nella pratica di salute pubblica, l'analisi sierologica può essere utile per l'identificazione rapida dei casi e la successiva catena di eventi per tracciare i contatti stretti, raccomandare la quarantena e definire gruppi di casi.

Studio epidemiologico: test seriologici e cluster

21 APRILE. Connecting clusters of COVID-19: an epidemiological and serological investigation
Il chiarimento della catena di trasmissione della malattia e l'identificazione della fonte delle infezioni da coronavirus 2019 (COVID-19) sono cruciali per un contenimento efficace della malattia. Lo studio descrive un'indagine epidemiologica che, con l'uso di test sierologici per la sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 (SARS-CoV-2), ha stabilito collegamenti tra tre gruppi COVID-19.

Studio di modellazione e cambiamento nella definizione dei casi

21 APRILE. Effect of changing case definitions for COVID-19 on the epidemic curve and transmission parameters in mainland China: a modelling study
Tracciare i numeri dei casi nel tempo è importante per stabilire la velocità di diffusione e l'efficacia degli interventi. Abbiamo mirato a valutare se i cambiamenti nelle definizioni dei casi abbiano influito sulle inferenze sulla dinamica di trasmissione della malattia di coronavirus 2019 (COVID-19) in Cina. La definizione del caso era inizialmente ristretta e è stata gradualmente ampliata per consentire l'individuazione di più casi all'aumentare della conoscenza, in particolare dei casi più lievi e di quelli senza legami epidemiologici con Wuhan, Cina o altri casi noti. Questi cambiamenti dovrebbero essere presi in considerazione quando si fanno inferenze sui tassi di crescita epidemica e sui tempi di raddoppio, e quindi sul numero riproduttivo, per evitare distorsioni.

Tropismo, cinetica di replicazione e danno cellulare

21 APRILE. Comparative tropism, replication kinetics, and cell damage profiling of SARS-CoV-2 and SARS-CoV with implications for clinical manifestations, transmissibility, and laboratory studies of COVID-19: an observational study
Studio con i primi dati quantitativi per tropismo, cinetica di replicazione e danno cellulare di SARS-CoV-2. Questi dati forniscono nuove informazioni sulla minore incidenza di diarrea, riduzione della gravità della malattia e riduzione della mortalità nei pazienti con COVID-19, rispetto alla patogenesi e all'elevata trasmissibilità della SARS-CoV-2 rispetto alla SARS-CoV.

Vaccino made in UK

18 APRILESarah Gilbert: carving a path towards a COVID-19 vaccine
Professore di vaccinologia all'Università di Oxford nel Regno Unito e scienziato di spicco al Jenner Institute, il suo gruppo di ricerca non ha perso tempo a mettersi in gioco. Quando la sequenza del genoma della sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 (SARS-CoV-2) è diventata disponibile a metà gennaio, il team di Gilbert ha iniziato a lavorare per progettare un vaccino, usando tecniche di DNA ricombinante. Gilbert è comprensibilmente cauta quando le viene chiesto di tracciare un calendario per la sperimentazione, ma spera di riuscire a vaccinare 500 volontari entro metà maggio.

Trial clinici

18. APRILE. WORLD REPORT. Flooded by the torrent: the COVID-19 drug pipeline
Il mondo si sta precipitando per testare potenziali trattamenti per COVID-19. 
Nei mesi successivi alla diffusione di COVID-19, i ricercatori hanno avviato oltre 180 studi clinici su tutto, dagli antivirali e immunomodulatori alle terapie cellulari non dimostrate e alla vitamina C. Altri 150 studi si stanno preparando per reclutare pazienti. Ma abbiamo davvero bisogno di 300 trial?
L'OMS ha ora preso provvedimenti per fornire un maggiore coordinamento attraverso Solidarity trial, uno studio di quattro approcci terapeutici per pazienti ospedalizzati con COVID-19 confermato.

Covid-19 e le disuguaglianze

18. APRILE. WORLD REPORT. COVID-19 exacerbating inequalities in the US
Le conseguenze negative delle disparità sanitarie per le persone che vivono nelle aree rurali negli Stati Uniti erano già un problema prima della pandemia. Gli afroamericani meno abbienti affrontano una maggiore incidenza di HIV e maggiori tassi di mortalità materna e infantile. Le comunità latine prive di documenti che lavorano nelle industrie rurali spesso non hanno un'assicurazione sanitaria. Le comunità bianche povere sono state gravemente colpite dalla crisi degli oppiacei e in tutte le aree rurali, specialmente negli stati del sud, alti tassi di malattie non trasmissibili sono guidati da condizioni come l'obesità. Con una maggiore mortalità COVID-19 tra le persone con comorbilità, queste aree potrebbero essere colpite duramente.

Uscita dal lockdown in Cina
18 APRILE. EDITORIAL. Sustaining containment of COVID-19 in China
L'implementazione di una strategia di uscita dal lockdown, basata su evidenze scientifiche è essenziale per sostenere il contenimento di COVID-19. L'esperienza della Cina sarà seguita da vicino, mentre altri paesi iniziano a considerare - e, in alcuni casi, a implementare - le proprie strategie di uscita.

UK: come uscire dal lockdown

17 APRILEUniversal weekly testing as the UK COVID-19 lockdown exit strategy
Ai cittadini britannici sono stati prospettati periodi alternati di blocco e allentamento delle restrizioni come parte della strategia di uscita dal lockdown. Gli autori suggeriscono una strategia alternativa: test ripetuti a tutta la popolazione.

Rheumatology alliance: il registro internazionale
16 APRILE. COMMENT. Rheumatic disease and COVID-19: initial data from the COVID-19 Global Rheumatology Alliance provider registries
La comunità internazionale di reumatologia si è mobilitata a un ritmo senza precedenti per creare la COVID-19 Global Rheumatology Alliance. In meno di 1 settimana, la COVID-19 Global Rheumatology Alliance ha sviluppato con successo portali online e moduli di case report per consentire agli operatori sanitari di tutto il mondo di inserire informazioni su persone con malattie reumatiche a cui è stato diagnosticato COVID-19.

Piani pandemici
16 APRILE. COMMENT. COVID-19: time to plan for prompt universal access to diagnostics and treatments. The Lancet Global Health
Sfortunatamente, le pandemie non possono aspettare che i singoli leader politici in diversi paesi comprendano la scienza. Tali ritardi hanno già causato inutili perdite di vite umane che avrebbero potuto essere evitate, se una risposta coordinata a livello globale, come sostenuto dal Regolamento sanitario internazionale dell'OMS del 2005 e ora ribadito dai leader del G20, fosse stata presa dall'inizio dell'epidemia. La sicurezza sanitaria globale è una responsabilità condivisa; richiede una risposta collettiva collaborativa basata su trasparenza e fiducia.

Mascherine: autoprotezione e solidarietà
16 APRILE. COMMENT. Wearing face masks in the community during the COVID-19 pandemic: altruism and solidarity
Gli autori ribadiscono che l'uso di massa delle mascherine per il controllo dell'epidemia è un'utile e conveniente aggiunta alla distanza sociale e all'igiene delle mani durante la pandemia di COVID-19. Questa misura sposta l'attenzione dall'autoprotezione all'altruismo, coinvolge attivamente tutti i cittadini ed è un simbolo di solidarietà sociale nella risposta globale alla pandemia.

Endoscopie

16 APRILE. RAPID REVIEW. Endoscopy in inflammatory bowel diseases during the COVID-19 pandemic and post-pandemic period. The Lancet Gastroenterology and Hepatology
Durante la pandemia COVID-19, è importante che i team di gastroenterologia continuino a offrire urgenti indagini endoscopiche per i pazienti con IBD in situazioni specifiche, ad esempio per stabilire la diagnosi in una nuova presentazione di IBD da moderata a grave, valutare un paziente con colite ulcerosa che presenta caratteristiche di colite acuta grave, fare una diagnosi quando un paziente con IBD presenta un'ostruzione sub-acuta e in casi di colangite con stenosi del dotto biliare dominante in pazienti con IBD e PSC.
In tutte le altre situazioni, l'endoscopia potrebbe essere rinviata. Tuttavia, potrebbe essere necessario dare priorità alle endoscopie posticipate in base a un piano dopo che le endoscopie di routine diventano nuovamente fattibili nel periodo post-pandemico. Tutte le procedure devono essere eseguite con rigide precauzioni di sicurezza e DPI, poiché tutte le endoscopie possono generare goccioline di aerosol e comportare il rischio di trasmissione di SARS-CoV-2.

Health literacy

14 APRILECOVID-19: health literacy is an underestimated problem
L'alfabetizzazione sanitaria potrebbe aiutare le persone a cogliere le ragioni alla base delle raccomandazioni e a riflettere sui risultati delle loro varie possibili azioni. La solidarietà e la responsabilità sociale non dovrebbero essere spiegate solo alla popolazione generale e ai decisori, ma anche a quegli individui che producono e condividono informazioni fuorvianti e false su SARS-CoV-2.

Violenza sulle donne e quarantena

14 APRILECOVID-19: Reducing the risk of infection might increase the risk of intimate partner violence
Mentre le quarantene sono una misura efficace del controllo delle infezioni, possono portare a conseguenze sociali, economiche e psicologiche significative. Un rischio rilevante, ma spesso ignorato durante una pandemia e la sua risposta socialmente disgregante, è il potenziale aumento della violenza da parte dei partner, violenza fisica, sessuale, psicologica o economica. Mentre anche gli uomini possono essere colpiti, il fenomeno è largamente perpetrato contro le donne da partner maschi.

Lezioni dall'epidemia di Hiv

14 APRILE. Three lessons for the COVID-19 response from pandemic HIV
Innanzitutto, è necessario anticipare le disuguaglianze sanitarie. La trasmissione pandemica dell'HIV si è abbattuta pesantemente su persone e paesi più poveri, giovani donne e gruppi emarginati. In secondo luogo, creare un ambiente abilitante per supportare il cambiamento di comportamento ed una leadership politica veloce e decisa è cruciale. Terzo, uno sforzo multidisciplinare è essenziale. I modelli epidemiologici possono prevedere la dinamica dell'epidemia di SARS-CoV-2. Ma uno sforzo multidisciplinare è essenziale per progettare, caratterizzare e valutare interventi in grado di modellare il comportamento delle persone.

Salute mentale e chiusura scuole

14 APRILEMental health effects of school closures during COVID-19
Non si sa molto sugli effetti sulla salute mentale di bambini e adolescenti delle epidemie di malattie su larga scala . Mentre ci sono alcune ricerche sull'impatto psicologico della sindrome respiratoria acuta grave (SARS) su pazienti e operatori sanitari, non si sa molto sugli effetti sui comuni cittadini e le evidenze risultano particolarmente scarse nei bambini e negli adolescenti.

Clorochina
 e Idrossiclorochina

11 APRILE. 
WORLD REPORT. Regulators split on antimalarials for COVID-19
Le autorità statunitensi e francesi hanno autorizzato l'uso della clorochina e dell'idrossiclorochina, ma UE e OMS affermano che non ci sono chiare evidenze che supportino la decisione.

Dimensione di genere
11 APRILE. EDITORIAL. The gendered dimensions of COVID-19
Le donne e gli uomini sono affetti da COVID-19, ma la biologia e le norme di genere stanno modellando l'onere della malattia. Il successo della risposta globale - la capacità di donne e uomini di sopravvivere e riprendersi dagli effetti della pandemia - dipenderà dalla qualità delle prove che informano la risposta e dalla misura in cui i dati rappresentano differenze di sesso e genere.

11 APRILE. EDITORIAL. Palliative care and the COVID-19 pandemic
Una pandemia è una causa e un potente amplificatore della sofferenza, attraverso la malattia fisica e la morte, attraverso stress e ansie e instabilità finanziaria e sociale. Alleviamento di quella sofferenza, in tutte le sue forme, deve essere una parte chiave della risposta.

Terapia anti-TNF

9 APRILE
 Trials of anti-tumour necrosis factor therapy for COVID-19 are urgently needed
Anticorpi del fattore di necrosi tumorale (TNF) sono stati identificati nei tessuti di pazienti con COVID-19. Sebbene esistano molti potenziali farmaci candidati a ridurre l'infiammazione da COVID-19, solo alcuni come gli anticorpi anti-TNF sono potenzialmente efficaci, ampiamente disponibili e hanno un profilo di sicurezza ben consolidato. Un commento, pubblicato su The Lancet, suggerisce che la terapia anti-TNF dovrebbe essere valutata in pazienti con COVID-19 al momento del ricovero in ospedale per prevenire la progressione verso il bisogno di supporto di terapia intensiva. Gli autori suggeriscono che vi sono prove sufficienti per supportare studi clinici sulla terapia anti-TNF in pazienti con COVID-19.

Tromboembolia venosa

9 APRILE. COMMENT. Attention should be paid to venous thromboembolism prophylaxis in the management of COVID-19
I pazienti con COVID-19 possono sviluppare rapidamente malattie gravi o critiche, causando una serie di complicazioni come insufficienza renale, insufficienza respiratoria o disfunzione epatica che possono influenzare sia la tromboembolia venosa che lo stato di sanguinamento. Pertanto, è essenziale valutare regolarmente la tromboembolia venosa e i rischi di sanguinamento. Inoltre, gli autori hanno scoperto che i pazienti con COVID-19 con un alto rischio di tromboembolia venosa hanno avuto esiti più scarsi rispetto ai pazienti a basso rischio, suggerendo che questi pazienti potrebbero richiedere una maggiore attenzione in caso di rapido deterioramento.

9 APRILE. COMMENT. COVID-19 and risks to the supply and quality of tests, drugs, and vaccines
La qualità dei farmaci è sensibile alla paura, disperazione e alla disinformazione. Mentre speriamo che gli sforzi dell'OMS e delle coalizioni a livello globale per accelerare la ricerca forniscano i mezzi per combattere questa pandemia, dobbiamo garantire che l'accesso a prodotti medici di qualità a prezzi accessibili, in particolare in contesti con basse risorse economiche.

8 APRILE. COMMENT. Beware of the second wave of COVID-19
Uno studio incentrato sugli effetti dell'estensione o del rilascio delle misure di controllo del distanziamento fisico a Wuhan ha suggerito che se le misure venissero gradualmente allentate a marzo, potrebbe verificarsi una seconda ondata di casi nell'emisfero settentrionale a metà estate. Sono ora necessari modelli specifici per paese degli effetti delle restrizioni per i viaggi e del distanziamento sociale, nonché strategie alternative dopo il lento abbandono di questi interventi, come l'uso di maschere facciali, controlli della temperatura e tracciabilità dei contatti.

8 APRILE. COMMENT. Challenges in lung cancer therapy during the COVID-19 pandemic. The Lancet Respiratory Medicine
L'aggressività delle neoplasie polmonari chiaramente non consente di sospendere o posticipare la terapia antitumorale. Pertanto, in attesa di linee guida specifiche basate sull'evidenza, la gestione dei pazienti con carcinoma polmonare durante la pandemia di COVID-19 dovrebbe comportare un'attenzione specifica e attenta ai loro segni polmonari clinici e radiologici, più che per i pazienti con altri tipi di tumore.

7 MARZO. EDITORIAL. COVID-19: too little, too late?
Il virus probabilmente si diffonderà nella maggior parte, se non tutti, i paesi. Indipendentemente dalla terminologia usata per identificarla (epidemia o pandemia), quest'ultima epidemia di coronavirus sta vedendo aumentare i casi di fuori dalla Cina. L'evidenza indica che i leader politici dovrebbero mettersi in moto più velocemente e in modo più aggressivo.

Terapia intensiva

6 APRILE. REVIEW.
 Intensive care management of coronavirus disease 2019 (COVID-19): challenges and recommendations. The Lancet Respiratory Medicine
La gestione dell'insufficienza respiratoria acuta e l'emodinamica sono la chiave. I professionisti della terapia intensiva, gli amministratori ospedalieri, i governi e i responsabili politici devono prepararsi a un aumento sostanziale della capacità di posti letto di terapia intensiva, concentrandosi non solo sulle infrastrutture e sulle forniture, ma anche sulla gestione del personale.
Potrebbe essere necessario un triage di terapia intensiva per consentire il razionamento delle scarse risorse della terapia intensiva. I ricercatori devono rispondere a domande senza risposta, incluso il ruolo delle terapie proposte e sperimentali. La collaborazione a livello locale, regionale, nazionale e internazionale offre le migliori possibilità di sopravvivenza per i malati critici.

Citochine

6 APRILEPreventing COVID-19-induced pneumonia with anticytokine therapy. The Lancet Rheumatology Home
La maggior parte delle citochine sono secrete durante una tempesta di citochine, lo stesso accade in COVID-19 durante le esacerbazioni dei disturbi immuno-mediati e rappresentano i principali bersagli terapeutici. Gli autori ipotizzano che i pazienti con disturbi immuno-mediati che assumono inibitori dell'IL-6 o composti che portano alla produzione di IL-6 o alla mediazione della segnalazione di IL-6, potrebbero essere in qualche modo protetti contro la polmonite SARS-CoV-2. Mancano però dati diretti a sostegno di questa ipotesi.

Pathway verso il decesso

6 APRILEUnderstanding pathways to death in patients with COVID-19. The Lancet Respiratory Medicine

verso morte covid



Test sugli anticorpi
4 APRILE
. WORLD REPORT. Developing antibody tests for SARS-CoV-2
I laboratori e le aziende diagnostiche si stanno affrettando per produrre test sugli anticorpi, come parte fondamentale della risposta alla pandemia di COVID-19. Il compito che ora devono affrontare i governi è bilanciare l'urgenza e le preoccupazioni che si applicano a qualsiasi nuovo dispositivo diagnostico.

Baricitinib

3 APRILEBaricitinib for COVID-19: a suitable treatment? The Lancet Infectious Diseases
reumatologi lombardi che erano soliti trattare l'artrite reumatoide con inibitori della Janus chinasi (JAK), impegnati in un'area con un'alta incidenza di coronavirus 2019, hanno usato baricitinib per trattare l'infezione da SARS-CoV-2. Gli autori, prendendo in considerazione lo studio italiano, ritengono che, oltre all'opportunità di bloccare direttamente la penetrazione della SARS-CoV-2 nella cellula, l'uso di baricitinib in pazienti sensibili con polmonite in corso associata a COVID-19 dovrebbe essere considerato con estrema cautela.
Leggi anche la risposta degli autori

Sclerosi sistemica

3 APRILE
Rheumatologists rapidly adjust patient care during COVID-19 pandemic. The Lancet Rheumatology Home
Considerato che i casi gravi di SARS-CoV-2 possono comportare disfunzioni respiratorie potenzialmente fatali, una delle maggiori preoccupazioni sono i pazienti con sclerosi sistemica che sono vulnerabili alle malattie polmonari interstiziali. La British Society of Rheumatology ha pubblicato una guida, fornendo uno strumento di stratificazione del rischio per guidare le misure di contenimento e isolamento richieste per i pazienti che assumono diversi farmaci immunosoppressori.

Mascherine

2 APRILE
Facemask shortage and the novel coronavirus disease (COVID-19) outbreak: Reflections on public health measurespublic health measures
Senza un'efficace comunicazione pubblica, la politica di indossare tutti le mascherine provoca il panico e, successivamente, aumenta la domanda nazionale e mondiale di maschere. Le crescenti richieste possono causare una carenza di mascherine per gli operatori sanitari e ridurre l'efficacia del controllo dell'epidemia nelle regioni colpite. Per combattere nuovi focolai di malattie infettive, come COVID-19, i governi devono monitorare le forniture di mascherine e dare priorità agli operatori sanitari.

Mortalità

31 MARZO
Estimates of the severity of coronavirus disease 2019: a model-based analysis
Queste prime stime forniscono un'indicazione del rapporto di mortalità della malattia COVID-19 e mostrano un forte gradiente per età nel rischio di morte.

31 MARZO. COMMENT. Ensuring global access to COVID-19 vaccines
Lo sviluppo di vaccini COVID-19 che possono essere utilizzati a livello globale è quindi una priorità per porre fine alla pandemia. Lo sforzo dovrebbe essere guidato da tre imperativi: velocità, produzione e dispiegamento su vasta scala e accesso globale.

31 MARZO. COMMENT. Refugee and migrant health in the COVID-19 response
Migranti e rifugiati sono particolarmente vulnerabili all'impatto di COVID-19. Sono sovrarappresentati nella popolazione dei senzatetto nella maggior parte degli Stati. Le condizioni di vita dei rifugiati e dei migranti senza tetto possono minare la capacità di seguire i consigli sulla salute pubblica, comprese le misure igieniche di base, la quarantena o l'isolamento personale, poiché molte persone sono in stretto contatto e si riuniscono in grandi gruppi.

31 MARZO. COMMENT. Likelihood of survival of coronavirus disease 2019
Il rapporto di mortalità per caso di una malattia infettiva misura la percentuale di tutti gli individui a cui è stata diagnosticata che morirà per tale malattia. Per una malattia infettiva emergente, questo rapporto è quindi un indicatore molto importante non solo della gravità della malattia, ma anche della sua importanza come problema di salute pubblica. Ad esempio, l'OMS ha stimato un rapporto di mortalità tra il 14 e il 15% circa per la sindrome respiratoria acuta grave (SARS) nel 2003 e circa il 35% per la sindrome respiratoria in Medio Oriente (MERS) nel 2012.
Stimare il rapporto di mortalità del caso per COVID-19 in tempo reale durante la sua epidemia è molto impegnativo. Le stime possono variare leggermente da paese a paese a causa delle differenze nelle politiche di prevenzione, controllo e mitigazione attuate e perché il rapporto di mortalità del caso è sostanzialmente influenzato dalla preparazione e dalla disponibilità dell'assistenza sanitaria.

31 MARZO. COMMENT. Protecting the psychological health of children through effective communication about COVID-19
Fornire informazioni e dare priorità alla comunicazione con i bambini su COVID-19 è una componente essenziale di qualsiasi risposta universale e guidata, della comunità alla pandemia. Gli operatori sanitari di salute mentale stanno ricevendo richieste senza precedenti da parte di una popolazione di pazienti prevalentemente adulta, amplificando l'invisibilità dei bisogni psicologici urgenti dei bambini. Tuttavia, ignorare gli effetti psicologici immediati e a lungo termine di questa situazione globale sarebbe inconcepibile, soprattutto per i bambini e i giovani, che rappresentano il 42% della nostra popolazione mondiale.

28 MARZO. COMMENT. COVID-19: learning from experience
Una fotografia della pandemia a livello globale

27 MARZO. COMMENT. Offline: COVID-19 and the NHS—“a national scandal”
"Quando tutto sarà finito, il consiglio di amministrazione dell'NHS dovrebbe dimettersi nella loro interezza". Così ha scritto un operatore sanitario del National Health Service (NHS) lo scorso fine settimana. La rabbia e frustrazione non ha precedenti e la malattia COVID-19 ne è la causa. Come è stato gestito lo scoppio dell'epidemia in UK?

Bambini

27 MARZO
. SPOTLIGHT. COVID-19 infection in children
La preoccupazione è che anche se la maggior parte dei bambini infetti nel Regno Unito presenterà sintomi lievi, alcuni potrebbero risultare gravemente malati.
Sebbene sia improbabile che la percentuale di bambini con infezione grave sia sostanzialmente superiore rispetto a quella dei bambini in Cina o in Italia, in UK potrebbero esserci alcune differenze nelle caratteristiche cliniche, nella progressione della malattia e nei risultati. I risultati per le malattie respiratorie infantili sono costantemente peggiori nel Regno Unito rispetto ad altri paesi e i livelli di obesità e fumo prenatale (entrambi associati a grave infezione virale) sono relativamente elevati.

Casi in Europa

27 MARZO.
 Clinical and virological data of the first cases of COVID-19 in Europe: a case series. The Lancet Infectious Diseases
Tre diversi tipi di evoluzione clinica e biologica sono stati illustrati in cinque pazienti infetti da SARS-CoV-2 con una strategia di campionamento virale dettagliata e completa. Riteniamo che questi risultati contribuiranno a una migliore comprensione della storia naturale della malattia e ai progressi nell'attuazione di strategie di controllo delle infezioni più efficienti.

RNA

27 MARZO
Understanding COVID-19: what does viral RNA load really mean? The Lancet Infectious Diseases
La presenza di RNA virale nei campioni non è sempre correlata alla trasmissibilità virale. Per il coronavirus SARS, l'RNA virale è rilevabile nelle secrezioni respiratorie e nelle feci di alcuni pazienti dopo l'insorgenza della malattia per più di 1 mese, ma il virus vivo non può essere rilevato dalla cultura dopo la settimana 3. L'incapacità di distinguere tra virus infettivi e non infettivi (neutralizzati con anticorpi o morti) rimane una grande limitazione per la rilevazione dell'acido nucleico. Nonostante questa limitazione, date le difficoltà nel coltivare virus vivi da campioni clinici durante una pandemia, l'uso della carica di RNA virale come surrogato rimane plausibile per la generazione di ipotesi cliniche.

Chiusura delle scuole

26 MARZO
Considering inequalities in the school closure response to COVID-19. The Lancet Global Health
Gli autori si chiedono se esistono prove adeguate della riduzione della trasmissione di Covid-19 per la chiusura delle scuole tali da giustificare il rischio di approfondire disuguaglianze sociali, economiche e sanitarie tra i bambini.

quadratino Antihypertensive drugs and risk of COVID-19?

26 MARZO CORRESPONDENCE. Antihypertensive drugs and risk of COVID-19?
Lei Fang e colleghi suggeriscono che i medici dovrebbero prendere in considerazione la sospensione degli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACEI) o dei bloccanti dei recettori dell'angiotensina (ARB) a causa di un potenziale rischio aumentato di esiti clinici peggiori nei pazienti con malattia di coronavirus 2019 (COVID-19), e suggeriscono calcio bloccanti di canali in alternativa.
Si deve usare cautela quando si raccomanda l'interruzione o un trattamento alternativo. Per i pazienti in polifarmacoterapia, potrebbero non essere sicuro interrompere l'assunzione di agenti antiipertensivi, in particolare agenti ad azione centrale come β-bloccanti e α2-agonisti, che possono avere gravi sindromi da astinenza. In secondo luogo, se devono essere suggeriti agenti alternativi, devono essere seguite le linee guida cliniche per la selezione di questi trattamenti.

26 MARZO CORRESPONDENCE. Antihypertensive drugs and risk of COVID-19? The Lancet Respiratory Medicine
L'ipotesi alla base della teoria di Lei Fang e colleghi è che il punto di ingresso per la sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 (SARS-CoV-2) è il recettore 
ACE2 e che ACEI e ARB hanno il potenziale di sovraregolare ACE2. Tuttavia, i dati provengono in gran parte da studi sul tessuto cardiaco degli animali. I dati 
sull'uomo non hanno mostrato livelli aumentati di ACE2. Questa ipotesi prematura ha generato confusione tra i media e nella comunità medica. Alcuni centri medici hanno suggerito di sospendere gli inibitori del sistema renina-angiotensina (RAS), nonostante gli appelli delle società internazionali.

26 MARZO CORRESPONDENCE. Antihypertensive drugs and risk of COVID-19? – Authors' reply
Gli autori rispondono. Ipertensione, diabete e malattie cardiovascolari sembrano essere le comorbidità più comuni nei pazienti con COVID-19 e sono in genere trattate con farmaci che inibiscono il sistema renina-angiotensina (RAS), tra cui gli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACEI) o angiotensina bloccanti dei recettori (ARB).
Sulla base dei farmaci più frequentemente somministrati ai pazienti per il trattamento di queste comorbilità (ovvero ACEI e ARB), abbiamo ipotizzato che questi farmaci potessero aumentare ulteriormente il rischio di COVID-19 grave o fatale. Questa ipotesi era supportata dall'osservazione che l'ACE2 è correlato a una vulnerabilità alle infezioni da SARS-CoV-2.
I dati pubblicati disponibili indicano che l'ACE2 è un'arma a doppio taglio, in particolare quando si considerano pazienti con infezione da SARS-CoV-2 e comorbilità di ipertensione, diabete e malattie cardiovascolari. La risposta finale sul fatto che i farmaci per il trattamento di queste comorbidità (cioè ACEI o ARB) siano più benefici che dannosi in questa attuale pandemia non è chiara e tutte le ipotesi dovrebbero essere investigate piuttosto che essere interpretate come prove.

26 MARZO. CORRESPONDENCE. Antihypertensive drugs and risk of COVID-19?
In teoria, l'uso di ACEI e ARB nel tempo comporterebbe una sovraregolazione dei recettori ACE2. Nei bambini e nei giovani adulti, i recettori ACE2 sono presenti in una densità molto più elevata nel tessuto polmonare rispetto agli individui più anziani. Pertanto, la condizione delle persone che assumono ACEI e ARB emula lo stato dei giovani. È possibile che avere più recettori ACE2 costituisca una riserva contro la distruzione target-mediata da parte di SARS-CoV-2.
Gli autori mettono in guardia dall'interruzione indiscriminata di ACEI e ARB nei pazienti che fanno affidamento su questi farmaci per il trattamento dell'insufficienza 
cardiaca e che, inoltre, potrebbero beneficiare degli effetti positivi postulati durante l'infezione schiacciante con SARS-CoV-2. L'interruzione di ACEI o ARB è 
associata ad ammissione in ospedale e mortalità tra i pazienti con insufficienza cardiaca.

quadratino A role for CT in COVID-19?

26 MARZO CORRESPONDENCE. A role for CT in COVID-19? What data really tell us so far
I radiologi hanno vissuto la malattia COVID-19, chiedendosi se e come potesse essere utile l'imaging per la diagnosi. Un'ipotesi è usare l'imaging per lo screening o per accelerare la velocità della diagnosi, soprattutto con carenza di RT-PCR. Utilizzare la tomografia computerizzata per la diagnosi però non sembra fornire benefici clinici e potrebbe portare a una falsa sicurezza se i risultati fossero negativi. Gli autori ritengono che considerare la CT fondamentale per la diagnosi di COVID-19 non è utile durante una pandemia e possibilmente pericoloso.

26 MARZO CORRESPONDENCE. CT screening for early diagnosis of SARS-CoV-2 infection
L'applicazione della tomografia computerizzata per la diagnosi precoce dell'infezione da SARS-CoV-2 richiede ulteriori prove a supporto. I ricercatori suggeriscono che l'uso della TC nello screening o nella diagnosi precoce in gruppi ad alto rischio dovrebbe bilanciare rischi e benefici per ridurre la dose di radiazioni e il 
potenziale carico di malattia. Sulla base delle attuali evidenze ed esperienze, inoltre ribadiscono che occorrono chiari criteri per l'uso della TC nella diagnosi di 
infezione da SARS-CoV-2. Un criterio potrebbe essere per coloro che hanno sintomi o segni di infezione o per identificare contatti stretti e avere un test positivo; un altro potrebbe essere per trattare o determinare il decorso della malattia.

26 MARZO CORRESPONDENCE. CT screening for early diagnosis of SARS-CoV-2 infection – Authors' reply
Gli autori rispondono. Tutti i 15 partecipanti hanno avuto stretto contatto con casi confermati e sono stati volontariamente sottoposti a scansione TAC come misura di screening. L'articolo in retrospettiva includeva questo gruppo, principalmente per illustrare i risultati dell'imaging nella fase subclinica. Tutte le scansioni di 
tomografia computerizzata sono state eseguite in conformità a un rigoroso protocollo di controllo delle infezioni per evitare infezioni incrociate. Concordiamo che l'uso della TAC per lo screening o la diagnosi ha un rapporto rischio-beneficio sproporzionato. Fortunatamente, in condizioni di epidemia controllata a Wuhan, il test RT-PCR o il test anticorpale per la sindrome respiratoria acuta grave sono attualmente le prime scelte per lo screening di COVID-19.

Strategie di controllo

25 MARZO
The effect of control strategies to reduce social mixing on outcomes of the COVID-19 epidemic in Wuhan, China: a modelling study
Per esaminare in che modo i cambiamenti nell'aggregazione della popolazione abbiano influenzato la progressione dell'epidemia a Wuhan, i ricercatori hanno utilizzato modelli di contatto specifici e li hanno adattati alla chiusure delle scuole, alle chiusure prolungate dei luoghi di lavoro e a una riduzione della socializzazione nella comunità in generale. Le proiezioni suggeriscono che la revoca prematura e improvvisa delle misure di restrizione potrebbe portare a un picco secondario, che potrebbe essere appiattito dilazionando gradualmente la revoca delle restrizioni.

L'esperienza dell'Italia

24 MARZO
COVID-19 in Europe: the Italian lesson
Il governo italiano ha introdotto misure di mitigazione progressive per limitare drasticamente l'interazione sociale e prevenire la diffusione del virus.
In un articolo Remuzzi aveva esposto il suo modello che prevedeva più di 30000 casi al 15 marzo 2020.
dati reali della Johns Hopkins University suggeriscono una leggera deviazione con un numero registrato di 24747 casi al 15 marzo 2020, il che suggerisce che le misure introdotte hanno cominciato a ridurre il numero di nuovi casi. Tutti gli altri paesi europei sembrano essere in una situazione simile, con lo scarto di un breve lasso di tempo di un paio di settimane.

Carica virale

23 MARZO
. ARTICLE. Temporal profiles of viral load in posterior oropharyngeal saliva samples and serum antibody responses during infection by SARS-CoV-2: an observational cohort study. The Lancet Infectious Diseases
campioni di saliva faringea posteriore sono campioni non invasivi più accettabili per i pazienti e gli operatori sanitari. A differenza della sindrome respiratoria acuta grave, i pazienti con COVID-19 hanno carica virale più alta nella fase iniziale, questo potrebbe spiegare la rapida diffusione di questa epidemia. Questa scoperta sottolinea l'importanza di rigorosi controlli e l'uso precoce di potenti agenti antivirali, da soli o in combinazione, per gli individui ad alto rischio. Il test sierologico può integrare RT-qPCR per la diagnosi.

Acque reflue

23 MARZO
COVID-19: mitigating transmission via wastewater plumbing systems
L'articolo mette in guardia sul corretto funzionamento dell'impianto idraulico per lo smaltimento delle acque reflue, foriero di microrganismi patogeni con, in alcune circostanze, la possibilità di cusare la trasmissione aerea di virus quali SARS-CoV-2.

Oncologia

23 MARZO
Cancer care in the time of COVID-19. The Lancet Oncology
Esattamente quanto i malati di cancro siano suscettibili all'infezioneda SARS-CoV-2 deve essere ancora stabilito. Vero è che i pazienti con sistema immunitario compromesso sono particolarmente vulnerabili. Gli individui che sono sottoposti a chemioterapia o radioterapia sono considerati a rischio elevato di grave malattia COVID-19, come sono quelli con tumori del sangue o del midollo osseo. L'epidemia inoltre complica gli sforzi per ottenere donazioni.

Immunosoppressione e iperinfiammazione

23 MARZO
Immunosuppression for hyperinflammation in COVID-19: a double-edged sword?
Gli autori ipotizzano che approcci con corticosteroidi o inibitori della Janus chinasi (JAK) potrebbero essere considerati in presenza di iperinfiammazione. Ma un'ampia immunosoppressione nei pazienti con malattia virale aggressiva potrebbe essere sconsigliabile.

23 MARZO. COMMENT. SARS-CoV-2: virus dynamics and host response
La conoscenza delle dinamiche di trasmissione e impatto del virus e la risposta dell'ospite sono essenziali per la formulazione di strategie di trattamento antivirale, vaccinazioni e per il controllo epidemiologico della COVID-19. Tuttavia, uno studio sistematico su questi aspetti non è stato fatto.

Canada

21 MARZO
. World Report. Canada and COVID-19: learning from SARS
La SARS ha insegnato a un'intera generazione di operatori e dirigenti della sanità pubblica del Canada, che è imperativo prendere COVID-19 molto sul serio. L'esperienza con la SARS ha indubbiamente messo il Canada in una posizione migliore di quello che altrimenti sarebbe stata.

21 MARZO. EDITORIALE. COVID-19: protecting health-care workersCOVID-19: protecting health-care workers
E' fondamentale che i governi vedano i lavoratori non semplicemente come pedine da distribuire, ma come individui. Per una risposta globale, la sicurezza degli operatori sanitari deve essere garantita. L'utilizzo dei DPI è solo il primo passo; altre misure pratiche devono essere considerate, tra cui l'annullamento di eventi non essenziali per raccogliere più risorse; fornire cibo, riposo, concedere loro il sostegno 
della famiglia il e sostegno psicologico. Attualmente, gli operatori sanitari sono la risorsa più preziosa di ogni paese.

ECMO

20 MARZO.
 Health-care Development. Planning and provision of ECMO services for severe ARDS during the COVID-19 pandemic and other outbreaks of emerging infectious diseases
La necessità dell'ossigenazione extracorporea a membrana è relativamente bassa e il suo uso è in gran parte limitato a centri specializzati. Fornire terapie complesse come Ecmo durante le epidemie di malattie infettive emergenti ha sfide uniche. Un'attenta pianificazione, l'allocazione delle risorse giudiziosa e formazione del personale per fornire interventi terapeutici complessi, nel rispetto di rigorose misure di controllo delle infezioni: questi sono tutti elementi cruciali per un piano d'azione che ricorra all'Ecmo. La preparazione all'utilizzo di Ecmo nella pandemia per il COVID-19 è importante in vista dell'elevata velocità di trasmissione del virus e della mortalità respiratoria correlata.

Covid-19 e il fegato

20 MARZO
COVID-19 and the liver: little cause for concern. The Lancet Gastroenterology and Hepatology
Il più grande studio sul COVID-19 ad oggi ha dimostrato che la prevalenza di aminotransferasi elevata e bilirubina nelle persone in situazioni gravi era almeno il doppio di quello degli altri. Anche se clinicamente significativa la disfunzione epatica non è stata quantificata. Un'attenta osservazione dei dati disponibili supporta una maggiore prevalenza di livelli anormali di aminotransferasi nella malattia grave di COVID-19, ma questi studi suggeriscono in realtà che una lesione epatica clinicamente significativa è rara anche selezionando i pazienti più gravi.
E' stato ipotizzato che la malattia COVID-19 provochi danno epatico per mezzo di una epatite virale, ma gli autori ritengono che vi possano essere spiegazioni alternative. In primo luogo, il deterioramento della funzione epatica è chiaramente lieve. In secondo luogo, esaminando i test di funzionalità epatica nei pazienti con sintomi di durata differente, non v'è alcuna prova che la presentazione successiva sia associata al maggior deteriormento della funzionalità epatica.

20 MARZO. COMMENT. Treatment for severe acute respiratory distress syndrome from COVID-19
In The Lancet Respiratory Medicine, Kollengode Ramanathan e colleaghi hanno fornito raccomandazioni eccellenti per l'uso dell'ossigenazione extracorporea a membrana per i pazienti con insufficienza respiratoria acuta da sindrome da distress respiratorio secondaria alla malattia covid-19.
Prima dell'intubazione endotracheale, è importante prendere in considerazione la terapia ad alti flussi con cannula nasale per i pazienti con ipossiemia moderatamente grave. Tale procedura può evitare la necessità di intubazione e ventilazione meccanica perché fornisce elevate concentrazioni di ossigeno umidificato, bassi livelli di pressione positiva di fine espirazione, e può facilitare l'eliminazione di diossido di carbonio.

20 MARZO. COMMENT. Rational use of face masks in the COVID-19 pandemic. The Lancet Respiratory Medicine
Nonostante la coerenza delle raccomandazioni secondo cui solo gli individui sintomatici e quelli in strutture sanitarie dovrebbero usare le mascherine, sono state osservate discrepanze nel pubblico generale. Un motivo importante per scoraggiare l'uso diffuso di mascherine è quello di preservare le scorte per l'uso professionale in contesti sanitari. L'articolo fornisce una rassegna delle raccomandazioni sull'utilizzo delle mascherine in vari stati.

20 MARZO. COMMENT. Mass gathering events and reducing further global spread of COVID-19: a political and public health dilemma
Prepararsi alla pandemia e ridurre il rischio di una diffusione globale della grave sindrome respiratoria acuta da SARS-CoV-2 sono le attuali principali preoccupazioni. I raduni di massa pongono notevoli sfide di sanità pubblica alle autorità sanitarie e ai governi.

17 MARZO. COMMENT. Prisons and custodial settings are part of a comprehensive response to COVID-19
Le carceri sono epicentri di malattie infettive a causa della maggiore prevalenza di infezioni, dei livelli più alti di fattori di rischio, dell'inevitabile stretto contatto in strutture spesso sovraffollate, scarsamente ventilate e dello scarso accesso ai servizi sanitari.
Cosa si deve fare per mitigare l'impatto dei grandi focolai di COVID-19 nelle carceri? Negli Stati Uniti i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno sviluppato una lista di controllo per la preparazione alla pandemia nei contesti correttivi. L'OMS ha anche pubblicato una guida specifica per i carceri per rispondere al COVID-19.

17 MARZO. COMMENT. COVID-19: towards controlling of a pandemic
La pandemia di COVID-19 è chiaramente entrata in una nuova fase con una rapida diffusione nei paesi al di fuori della Cina e tutti i cittadini devono comprendere e mettere in pratica misure di autoprotezione e di prevenzione della trasmissione dell'infezione agli altri.

16 MARZO. EDITORIAL. COVID-19: delay, mitigate, and communicate
Tutti i governi devono ora intraprendere azioni decisive per combattere in modo più aggressivo l'epidemia. COVID-19 rappresenta un rischio sostanziale per larghi strati della popolazione, e in particolare le persone anziane e quelle con condizioni di salute pre-esistenti. Con il progredire dell'epidemia, una comunicazione equilibrata, coerente e costante, basata su prove scientifiche, sarà essenziale.

16 MARZO
Investigation of three clusters of COVID-19 in Singapore: implications for surveillance and response measures
Al 15 febbraio 2020 36 casi di COVID-19 erano collegati epidemiologicamente ai primi tre gruppi di trasmissioni locali circoscritte a Singapore. Sono stati messi in quarantena 425 contatti stretti. Uno stretto contatto diretto o prolungato è stato segnalato tra le persone colpite, sebbene la trasmissione indiretta (ad es. attraverso contatto con materiale contaminato e cibo condiviso) non potesse essere esclusa. Il periodo mediano di incubazione di SARS-CoV-2 è stato di 4 giorni (IQR 3–6). L'intervallo seriale tra le coppie di trasmissione variava tra 3 giorni e 8 giorni.

16 MARZO
Screening of faecal microbiota transplant donors during the COVID-19 outbreak: suggestions for urgent updates from an international expert panel. The Lancet Gastroenterology and Hepatology
In tutti i paesi, prima di ogni donazione, i medici dovrebbero selezionare due elementi principali: la presenza dei tipici sintomi COVID-19 (inclusi febbre, affaticamento, tosse secca, mialgia, dispnea e mal di testa) nei 30 giorni precedenti; e la storia del donatore di viaggi in regioni note per essere state colpite da COVID-19 o da stretto contatto con soggetti con infezione accertata o sospetta, nei 30 giorni precedenti. Se uno di questi elementi è positivo, il potenziale donatore deve essere rifiutato o testato con il test RT-PCR per SARS-CoV-2. Nei paesi endemici, il test RT-PCR deve essere considerato in tutti i donatori, anche se sono asintomatici o non hanno una storia di viaggi o contatti ad alto rischio. In alternativa, le feci del donatore devono essere conservate e messe in quarantena per 30 giorni prima dell'uso e rilasciate solo se il donatore non ha sviluppato sintomi. Infine, le banche delle feci dovrebbero controllare retrospettivamente lo stato di salute del donatore prima di utilizzare feci congelate per evitare un'ulteriore diffusione potenziale di SARS-CoV-2.

13 MARZO
. COVID-19 and Italy: what next?
Gli autori italiani descrivono l'emergenza che sta affrontando il nostro paese: l'approccio aggressivo con i pazienti che sono gravemente malati, spesso inclusa la ventilazione assistita, la necessità di letti in terapia intensiva, assumere più personale e fornire più ventilatori. L'augurio che i ricercatori fanno è che questa analisi spronerà i leader politici e le autorità sanitarie a muoversi il più rapidamente possibile per garantire risorse, compreso il personale, posti letto negli ospedali e terapie intensive. Infine, l'analisi suggerisce che le misure per ridurre la trasmissione dovrebbe certamente essere attuate, come ha fatto il nostro governo il 9 aprile, inibendo le attività di movimento e sociali delle persone, a meno che non strettamente necessario.

13 MARZO
. First known person-to-person transmission of severe acute respiratory syndrome coronavirus 2 (SARS-CoV-2) in the USA
La trasmissione da persona a persona di SARS-CoV-2 si è verificata tra due persone con prolungata esposizione non protetta, mentre il paziente 1 era sintomatico. Nonostante il monitoraggio e il test dei contatti sintomatici e di alcuni asintomatici non è stata rilevata alcuna ulteriore trasmissione.

quadratino Case fatality rates of COVID-19

L'articolo che viene commentato è: 12 MARZO. Real estimates of mortality following COVID-19 infection

Tre sono i commenti:
Questa è l'odierna risposta degli autori: Authors' reply

11 MARZO
. COMMENT. COVID-19: a potential public health problem for homeless populations. The Lancet Public Health
Città con un alto numero di persone senza fissa dimora potrebbero affrontare sfide uniche per contenere la malattia COVID-19 e affrontare la questione dei senza tetto, esacerbando potenzialmente entrambe le questioni.

11 MARZO
. Clinical course and risk factors for mortality of adult inpatients with COVID-19 in Wuhan, China: a retrospective cohort study
I potenziali fattori di rischio di età avanzata, punteggio più alto SOFA, e D-dimero superiore a 1 μg/mL potrebbero aiutare i medici ad identificare i pazienti con prognosi infausta in una fase iniziale. La prolungata diffusione virale fornisce il razionale per una strategia di isolamento dei pazienti infetti e per interventi antivirali ottimali in futuro.

11 MARZO
Early dynamics of transmission and control of COVID-19: a mathematical modelling study. The Lancet Infectious Diseases
Gli autori hanno combinato il modello stocastico di trasmissione con i dati sui casi di malattia coronavirus 2019 (COVID-19) a Wuhan e casi internazionali che hanno avuto origine da Wuhan per stimare se la trasmissione fosse variata nel corso del tempo nel mese di gennaio e febbraio 2020.

11 MARZO
. COMMENT. The value of early transmission dynamic studies in emerging infectious diseases
L'articolo esplora i vari tentativi di modellazione del diffondersi della epidemia Covid-19. Gli autori concludono che modellazione e sorveglianza devono continuare nell'epicentro della pandemia in Cina per valutare l'effetto delle misure di sanità pubblica ma spostarsi anche al di fuori, in paesi come l'Italia, l'Iran e la Corea del Sud, per determinare se il sistema di riproduzione può variare nei diversi climi e contesti sociologici.

11 MARZOCOVID-19: the medium is the message
Una analisi puntuale della situazione di crisi. In un mondo di diffidenza e tensioni commerciali, la diffusione di malattie come il coronavirus 2019 (COVID-19), sia all'interno delle nazioni che a livello internazionale, è aiutata e spalleggiata dalla disinformazione che in microsecondi circumnaviga il globo. Tale disinformazione non è del tutto malevola, ma il suo impatto può essere devastante. L'unico baluardo di difesa contro il panico crescente, l'isteria dei mercati finanziari e le incomprensioni involontarie della scienza e della epidemiologia sul virus SARS-CoV-2, è una precisa e chiara contro-informazione che trasmetta una narrazione science-driven.

11 MARZO
Implications of COVID-19 for patients with pre-existing digestive diseases. The Lancet Gastroenterology and Hepatology
L'impatto di malattie infiammatorie croniche intestinali sul trattamento di pazienti con COVID-19 rimane in gran parte sconosciuto. Occorrono ulteriori dati per determinare con maggiore precisione quale sia il rischio di infezione SARS-CoV-2 in pazienti con comorbilità gastrointestinali. Questi dati e l'esperienza maturata in Cina su come gestire i pazienti con tali malattie potrebbero facilitarne l'assistenza a livello globale.

9 MARZO
. Clinical course and risk factors for mortality of adult inpatients with COVID-19 in Wuhan, China: a retrospective cohort study
I potenziali fattori di rischio come età avanzata, alto Sequential Organ Failure Assessment (SOFA), e D-dimero superiore a 1 mg/L potrebbe aiutare i medici a identificare i pazienti con prognosi infausta in una fase iniziale. La prolungata diffusione virale (fino a 37 giorni) forniscono il razionale per una strategia di isolamento dei pazienti infetti e gli interventi antivirali ottimali nel futuro.

9 MARZO
. CLINICAL PICTURE. COVID-19 with spontaneous pneumomediastinum. The Lancet Infectious Diseases
Il pneumomediastino può potenzialmente causare gravi patologie circolatorie e respiratorie. Pertanto, il verificarsi di pneumomediastino spontaneo in pazienti con COVID-19 deve essere attentamente monitorato come un potenziale indicatore di peggioramento della malattia.

6 MARZO. COMMENT. Are high-performing health systems resilient against the COVID-19 epidemic?
Tre lezioni importanti sono emerse. La prima è che l'integrazione dei servizi del sistema sanitario e degli altri settori amplifica la capacità di assorbire e adattarsi allo shock. La seconda è che la diffusione di notizie false e disinformazione costituisce una grande sfida irrisolta. Infine, la fiducia dei pazienti, operatori sanitari e della società nel suo complesso nel governo è di fondamentale importanza per vincere l'emergenza sanitaria.

6 MARZO. COMMENT. COVID-19: the gendered impacts of the outbreak
Il modo diverso in cui uomini e donne sono colpiti da Covid-19 diventa fondamentale per la comprensione degli effetti primari e secondari dell'emergenza sanitaria sui diversi individui e sulla comunità e per la creazione di efficaci politiche e di interventi equi. Gli autori chiedono a governi e istituzioni sanitarie globali di considerare gli effetti di sesso e genere sull'epidemia di COVID-19, sia diretti che indiretti.

5 MARZO 
Can we contain the COVID-19 outbreak with the same measures as for SARS? The Lancet Infectious Diseases. Ci sono molte somiglianze tra SARS e COVID-19da l'omologia del virus all'origine e trasmissione.
SARS è stata efficacemente eliminata implementando rigide misure per arrestare la trasmissione da uomo a uomo
misure di sanità pubblica utilizzate durante la SARS che hanno avuto successo includevano il rilevamento attivo dei casi, l'isolamento, la ricerca di contatti e la quarantena di tutti i contatti, distanziamento sociale e la quarantena per la comunità
le differenze stanno emergendo, come ad esempio la trasmissibilità e gravità; COVID-19 ha una trasmissibilità superiore di SARS e molti pazienti con SARS COVID-19 hanno sintomi lievi che contribuiscono alla diffusione perché questi pazienti sono spesso non riconosciuti e non isolati
a causa del grado di diffusione nella comunità, le misure di sanità pubblica tradizionali potrebbero non essere in grado di fermare la trasmissione da uomo a uomo e abbiamo bisogno di prevedere il passaggio da contenimento a mitigazione

4 MARZO. COMMENT. Liver injury in COVID-19: management and challenges. The Lancet Gastroenterology and Hepatology 
Gli autori vogliono capire se il fegato sia influenzato dopo infezione di Covid-19, utilizzando i casi di studio di almeno 7 grandi studi e dei dati disponibili dell'ospedale di Pechino. Questi dati indicano che il 2-11% dei pazienti presentano comorbidità epatiche e il 14-53% hanno segnalato livelli anormali di aminotransferasi e aspartato aminotransferasi (AST) durante la progressione della malattia.

4 MARZO. Mitigate the effects of home confinement on children during the COVID-19 outbreak
In Cina sforzi enormi sono stati fatti da scuole e insegnanti per creare corsi on-line e diffonderli attraverso trasmissioni televisive e Internet a tempo di record. Durante la quarantena i fattori di stress come la durata prolungata della quarantena, i timori di infezione, la frustrazione e la noia, informazioni inadeguate, mancanza di contatto personale con compagni, amici e insegnanti, la mancanza di spazio personale a casa e le perdite finanziarie della famiglia possono creare problemi duraturi su bambini e adolescenti.

29 FEBBRAIO
. How to fight an infodemic
L'epidemia globale di disinformazione si sta diffondendo rapidamente attraverso piattaforme di social media pone un serio problema per la salute pubblica. "Non stiamo solo combattendo un'epidemia; stiamo combattendo una infodemia", ha detto il direttore generale OMS Adhan Tedros Ghebreyesus. Leggi l'approfondimento di ARS Toscana: L’infodemia “coronavirale”

29 FEBBRAIO. COMMENT. Convalescent plasma as a potential therapy for COVID-19
Fino ad oggi, nessun trattamento specifico è stato dimostrato essere efficace per l'infezione da SARS-CoV-2. Oltre alle terapie di supporto, quali fornitura di ossigeno per per i casi lievi e ossigenazione extracorporea per i pazienti critici, negli Stati Uniti, il primo paziente infettato è stato trattato con terapia di supporto e remdesivir via endovena. Tuttavia, studi clinici randomizzati sono necessari per valutare la sicurezza e l'efficacia nel trattamento di remdesivir nei casi di COVID-19. 'Plasma di convalescenza' o immunoglobuline sono state usate come ultima risorsa per migliorare il tasso di sopravvivenza dei pazienti con SARS. Nel 2014, l'uso di plasma di convalescenza raccolto da pazienti che avevano recuperato dall'Ebola è stato consigliato dall'OMS come trattamento empirico durante l'outbreak.

28 FEBBRAIO. ORIGINAL ARTICLE. Feasibility of controlling COVID-19 outbreaks by isolation of cases and contacts
L'isolamento dei casi e dei contatti è usato per controllare i focolai di malattie infettive ed è stato utilizzato anche per l'infezione da COVID-19. Se questa strategia riuscirà a ottenere il controllo dipende dalle caratteristiche sia del patogeno e che dalla risposta. I ricercatori utilizzano un modello matematico per valutare se l'isolamento e la ricerca di contatti sono in grado di controllare la trasmissione di casi importati.

27 FEBBRAIO. COMMENT. Looming threat of COVID-19 infection in Africa: act collectively, and fast
A causa dell'elevato volume di traffico aereo e commerciale tra Cina e Africa, l'Africa è ad elevato rischio di diffusione della malattia da coronavirus 2019 (COVID-19). Lo studio di modellazione di Gilbert e colleghi sul Lancet identifica il rischio di ciascun paese africano, utilizzando i dati sul volume del trasporto aereo da tre aeroporti cinesi.

26 FEBBRAIO
. RAPID REVIEW. The psychological impact of quarantine and how to reduce it: rapid review of the evidence.
Le decisioni su come applicare la quarantena dovrebbero essere basate sulle migliori prove disponibili. Gli autori hanno fatto una revisione dell'impatto psicologico della quarantena utilizzando tre database elettronici. Dei 3166 articoli trovati, 24 sono stati inclusi in questa review. La maggior parte degli studi esaminati ha riportato effetti psicologici negativi tra cui sintomi di stress post-traumatico, confusione e rabbia. I fattori di stress includono una maggiore durata della quarantena, paure di infezione, frustrazione, noia, rifornimenti inadeguati, informazioni inadeguate, perdite finanziarie e stigmatizzazione. In situazioni in cui la quarantena è ritenuta necessaria, i funzionari devono mettere in quarantena le persone per un periodo non superiore a quello necessario, fornire informazioni sui protocolli e garantire che i rifornimenti siano sufficienti.

25 FEBBRAIO. COMMENT. Potential association between COVID-19 mortality and health-care resource availability
Il governo cinese si è trovato di fronte a ostacoli logistici associati alle forniture mediche nell'epicentro dell'epidemia e ha cercato di accelerare le consegne, mobilitare le grandi e forti forze mediche del paese e costruire rapidamente nuove strutture mediche locali. Queste misure sono essenziali per controllare l'epidemia, proteggere gli operatori sanitari in prima linea e mitigare la gravità dei risultati nei pazienti. Riconoscere la potenziale associazione tra mortalità e disponibilità di risorse sanitarie potrebbe aiutare le altre regioni della Cina che ora stanno iniziando a lottare con questo focolaio, per essere meglio preparate.

24 FEBBRAIO
. COMMENT. COVID-19 pneumonia: what has CT taught us? The Lancet Infectious Diseases
La tomografia computerizzata è un'importante modalità di imaging per l'assistenza, la diagnosi e la gestione dei pazienti con polmonite da coronavirus 2019 (COVID-19). I risultati radiologici nei pazienti con Covid-19 evidenziano opacizzazione a vetro smerigliatocoinvolgimento bilateraledistribuzione periferica e diffusa. La TC permette di rilevare la polmonite COVID-19 anche in individui asintomatici, e potrebbe essere considerata uno strumento di screening, insieme alla RT-PCR, quando un paziente ha una storia di viaggio significativa o ha avuto uno stretto contatto con un individuo infetto. Inoltre, la TC potrebbe essere uno strumento di screening particolarmente importante nella piccola percentuale di pazienti con risultati RT-PCR falsi negativi.

24 FEBBRAIO
. COMMENT. Scientists are sprinting to outpace the novel coronavirus
Carrellata sugli sforzi degli scienziati in tutto il mondo per bloccare l'avanzata dell'infezione: dalla Cina all'Africa e il 10-12 febbraio 2020 l'OMS ha riunito quasi 400 scienziati per un forum di ricerca e innovazione sul nuovo coronavirus.

24 FEBBRAIO
. ORIGINAL ARTICLE.Radiological findings from 81 patients with COVID-19 pneumonia in Wuhan, China: a descriptive study. The Lancet Infectious Diseases
La polmonite COVID-19 si manifesta con anomalie del toracealla tomografia, anche in pazienti asintomatici, con rapida evoluzione da opacità focali unilaterali a diffuse bilaterali a vetro smerigliato che sono progredite o coesistite con consolidamenti entro 1-3 settimane. La combinazione della valutazione delle caratteristiche di imaging con i risultati clinici e di laboratorio potrebbe facilitare la diagnosi precoce della polmonite COVID-19.

24 FEBBRAIO 
Clinical course and outcomes of critically ill patients with SARS-CoV-2 pneumonia in Wuhan, China: a single-centered, retrospective, observational study
La mortalità dei pazienti critici con polmonite SARS-CoV-2 è considerevole. Il tempo di sopravvivenza dei non sopravvissuti è probabilmente entro 1-2 settimane dall'ammissione in terapia intensiva. I pazienti più anziani(> 65 anni) con comorbilitàsono ad aumentato rischio di morte. La gravità della polmonite SARS-CoV-2 mette a dura prova le risorse di terapia intensiva negli ospedali, soprattutto se non dispongono di personale o risorse adeguate.

21 FEBBRAIO. EDITORIAL. COVID-19: fighting panic with information

20 FEBBRAIO
. ORIGINAL ARTICLE. Preparedness and vulnerability of African countries against importations of COVID-19: a modelling study
Molti paesi in Africa stanno intensificando la preparazione per rilevare e far fronte all'arrivo del virus Covid-19. Le risorse e la sorveglianza intensificata dovrebbero essere urgentemente prioritari nei paesi a rischio moderato che potrebbero non essere preparati a rilevare casi importati e a limitare la trasmissione successiva.

19 FEBBRAIO. COMMENT. Enteric involvement of coronaviruses: is faecal–oral transmission of SARS-CoV-2 possible? The Lancet Gastroenterology and Hepatology

18 FEBBRAIO
. COMMENT. Initiation of a new infection control system for the COVID-19 outbreak

18 FEBBRAIO
. COMMENT. Psychological interventions for people affected by the COVID-19 epidemic. The Lancet Psychiatry

18 FEBBRAIO
. COMMENT. Tracking online heroisation and blame in epidemics

18 FEBBRAIO
. CASE REPORT. Pathological findings of COVID-19 associated with acute respiratory distress syndromeThe Lancet Respiratory Medicine
Studio sulle caratteristiche patologiche di un paziente deceduto per infezioneda SARS-CoV-2 per facilitare la comprensione della patogenesi di COVID-19 e migliorare le strategie cliniche contro la malattia.

17 FEBBRAIO. EDITORIAL. Challenges of coronavirus disease 2019. The Lancet Infectious Diseases
La maggior parte dei casi e, al momento della stesura di questo articolo, tutti i decessi, tranne uno, sono stati in Cina, nonostante gli sforzi compiuti nel paese per fermare la trasmissione, interrompendo il trasporto, mettendo in quarantena intere città e imponendo l'uso di maschere facciali. I voli internazionali sono stati cancellati e anche le navi da crociera sono state messe in quarantena. In questa fase, non è chiaro se l'epidemia della sindrome respiratoria acuta grave coronavirus (SARS-CoV) -2 seguirà il suo corso, come ha fatto il virus SARS-CoV nel 2003 o diventerà una causa endemica di polmonite virale.

17 FEBBRAIO
. NEWDESK. Outbreak of coronavirus disease 2019. The Lancet Infectious Diseases
Mentre l'epidemia della malattia di coronavirus 2019 continua, emergono nuove questioni su come controllarla.

15 FEBBRAIOAfrica prepares for coronavirus
L'OMS ha dato la priorità al supporto per 13 paesi in Africa sulla base dei loro stretti collegamenti con la Cina. La strategia è quella di preparare i paesi fornendo consulenza ai ministeri della salute su come limitare la trasmissione da uomo a uomo, garantire la capacità di isolare e fornire un trattamento adeguato alle persone colpite.

13 FEBBRAIO. CLINICAL PICTURE. First imported case of 2019 novel coronavirus in Canada, presenting as mild pneumonia

13 FEBBRAIO. COMMENT. Do not violate the International Health Regulations during the COVID-19 outbreak
Le norme sanitarie internazionali (2005) disciplinano il modo in cui 196 paesi e l'OMS affrontano collettivamente la diffusione globale delle malattie ed evitano inutili interferenze per i traffici e gli scambi internazionali.

13 FEBBRAIO
. COMMENT. Authoritarianism, outbreaks, and information politics
Gli stati autocratici come la Cina sono meglio attrezzati delle loro controparti più democratiche per rispondere alle epidemie?

13 FEBBRAIO
. COMMENT. COVID-19: what is next for public health?
Il gruppo di consulenza scientifica e tecnica dell'OMS per i pericoli infettivi (STAG-IH), in collaborazione con il segretariato dell'OMS, ha esaminato le informazioni disponibili sulla nuova malattia da coronavirus del 2019 (COVID-19) e ha concluso che la strategia di contenimento per l'eliminazione debba continuare e che le prossime 2-3 settimane fino alla fine di febbraio 2020 saranno cruciali per monitorare la situazione della trasmissione comunitaria ed eventualmente aggiornare le raccomandazioni per la salute pubblica.

12 FEBBRAIO
. COMMENT. What are the risks of COVID-19 infection in pregnant women?
Uno studio su nove gravidanze descrive le caratteristiche cliniche e il potenziale di trasmissione intrauterina dell'infezione da COVID-19 e rileva che attualmente non ci sono prove che provochi esiti avversi gravi nei neonati o che possa passare al bambino mentre è nell'utero.

12 FEBBRAIO
. FOCUS. Clinical characteristics and intrauterine vertical transmission potential of COVID-19 infection in nine pregnant women: a retrospective review of medical records

8 FEBBRAIO. COMMENT. Offline: 2019-nCoV—“A desperate plea”
Un aspetto del nuovo coronavirus (2019-nCoV) è sorprendentemente trascurato. Com'è la vita per coloro che vivono in quarantena nelle città cinesi? Ecco un estratto di un corrispondente, ricevuto il 2 febbraio, in un'e-mail intitolata "Un disperato appello di un comune cittadino in Cina".

7 FEBBRAIO
. COMMENT. Clinical evidence does not support corticosteroid treatment for 2019-nCoV lung injury
Il commento sottolinea che l'evidenza clinica non supporta l'uso del trattamento con corticosteroidi per le lesioni polmonari da nuovo coronavirus 2019 e discute gli esiti clinici dell'uso di corticosteroidi nel coronavirus e in focolai simili.

7 FEBBRAIO
. A contingency plan for the management of the 2019 novel coronavirus outbreak in neonatal intensive care units. The Lancet Child & Adolescent Health. Si pensa che i neonati siano sensibili al virus poiché il loro sistema immunitario non è ben sviluppato, il che crea grande preoccupazione nei servizi medici neonatali. I neonati potrebbero contrarre l'infezione 2019-nCoV per stretto contatto con i pazienti infetti o portatori di virus e nel caso di infezione neonatale, la malattia potrebbe avere insorgenza insidiosa e essere aspecifica.

7 FEBBRAIO
Game consumption and the 2019 novel coronavirusThe Lancet Infectious Diseases. La soluzione definitiva per evitare nuove epidemie sta nel cambiare la mentalità delle persone su ciò che è delizioso, alla moda, prestigioso o salutare da mangiare. In risposta allo scoppio di 2019-nCoV, il governo cinese ha vietato tutte le forme di commercio di animali selvatici e su Internet sono già stati compiuti sforzi spontanei per spiegare i rischi associati al consumo di selvaggina, nonché i motivi per non acquistare, vendere, o consumare animali selvatici.

4 FEBBRAIO
Coronavirus in China. Da The Lancet Respiratory Medicine

4 FEBBRAIO. COMMENT. Timely mental health care for the 2019 novel coronavirus outbreak is urgently needed. In qualsiasi catastrofe biologica, i temi della paura, incertezza e stigmatizzazione sono comuni e possono agire da barriere agli adeguati interventi di salute medica e mentale. Sulla base dell'esperienza maturata a livello mondiale in passato con nuovi focolai di polmonite e dell'impatto psicosociale delle epidemie virali, lo sviluppo e l'implementazione della valutazione della salute mentale sono obiettivi cruciali e urgenti per la risposta sanitaria all'epidemia 2019-nCoV.

28 FEBBRAIO. CORRESPONDENCE. A family cluster of SARS-CoV-2 infection involving 11 patients in Nanjing, China
Gli autori riportano il caso di un cluster di infezione da SARS-CoV-2 che coinvolge 11 pazienti della stessa famiglia a Nanchino, in Cina.
28 FEBBRAIO. CORRESPONDENCE. Coronavirus outbreak: the role of companies in preparedness and responses
Come nella precedente epidemie, la malattia COVID-19 ha sollevato le questioni circa la preparazione e la risposta alle emergenze in molti paesi. Le aziende sono e saranno un elemento importante nella gestione globale di un focolaio, tra cui COVID-19, attraverso il coinvolgimento determinante dei loro operatori professionali, di salute e sicurezza.
24 FEBBRAIO. CORRESPONDENCE. Staff safety during emergency airway management for COVID-19 in Hong Kong. The Lancet Respiratory Medicine
professionisti medici che si occupano di pazienti con COVID-19 sono ad alto rischio di contrarre l'infezione. Procedure come la ventilazione non invasiva, l'inserimento di cannula nasale ad alto flusso, maschera di ventilazione e intubazione presentano un rischio particolarmente elevato. Gli autori descrivono l'approccio della nostra unità di terapia intensiva locale (North District Hospital, Sheung Shui, Hong Kong) per la gestione dei rischi per il personale sanitario, mantenendo al contempo un livello ottimale di assistenza.


24 FEBBRAIO. CORRESPONDENCE. Chinese medical staff request international medical assistance in fighting against COVID-19. The Lancet Respiratory Medicine. The Lancet Global Health
Il racconto degli infermieri che lavorano incessantemente a Wuhan per far fronte all'epidemia. Finora 1716 membri del personale cinese sono stati infettati dal COVID-19 e 9 di loro sono purtroppo deceduti. A causa dell'estrema carenza di operatori sanitari, 14000 infermieri provenienti da tutta la Cina sono venuti volontariamente a Wuhan per supportare gli operatori sanitari locali. Ma la lettera conclude dicendo che c'è bisogno di molto altro aiuto.
24 FEBBRAIO. CORRESPONDENCE. Viral load of SARS-CoV-2 in clinical samples. The Lancet Infectious Diseases
Le dinamiche virali nei pazienti infetti da Covid-19 devono ancora essere completamente determinate. Gli autori riportano i risultati di diversi tipi di campioni clinici raccolti da 82 individui infetti.

19 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. Open access epidemiological data from the COVID-19 outbreak. The Lancet Infectious Diseases

19 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. Asymptomatic cases in a family cluster with SARS-CoV-2 infection. The Lancet Infectious Diseases

19 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. An interactive web-based dashboard to track COVID-19 in real time. The Lancet Infectious Diseases

18 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. Statement in support of the scientists, public health professionals, and medical professionals of China combatting COVID-19
Dichiarazione in solidarietà con tutti gli scienziati e professionisti sanitari che in Cina continuano a salvare vite umane e proteggere la salute globale.

14 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. Full spectrum of COVID-19 severity still being depicted. Partendo dall'articolo di Chaolin Huang et al che hanno descritto la mortalità nei primi 41 casi infetti da SARS-CoV-2, gli autori sottolineano la necessità di rivedere le stime alla luce delle nuove scoperte.

14 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. Full spectrum of COVID-19 severity still being depicted – Authors' reply
Senza negare i limiti dello studio al momento della pubblicazione, gli autori si augurano che i risultati abbiano fornito un'utile descrizione delle caratteristiche cliniche dell'infezione da SARS-CoV-2 nella fase iniziale dell'epidemia e durante la progressione della malattia.

13 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. Protecting health-care workers from subclinical coronavirus infectionThe Lancet Respiratory Medicine
Prove recenti suggeriscono che anche chi è asintomatico può diffondere COVID-19 e le misure convenzionali di protezione, come le maschere per il viso, forniscono una protezione insufficiente. Non solo i pazienti subclinici possono trasmettere efficacemente il virus, ma possono anche liberare elevate quantità di virus e infettare altri anche dopo il recupero dalla malattia acuta. Questi risultati giustificano misure aggressive (come maschere N95, occhiali protettivi e camici protettivi) per garantire la sicurezza degli operatori sanitari durante il focolaio di COVID-19, in particolare nelle fasi iniziali in cui sono limitate le informazioni sulla trasmissione e sulla potenza infettiva del virus.

13 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. Therapeutic and triage strategies for 2019 novel coronavirus disease in fever clinics

13 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. Protecting health-care workers from subclinical coronavirus infection

12 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. Anti-Chinese sentiment during the 2019-nCoV outbreak

11 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. Minimise nosocomial spread of 2019-nCoV when treating acute respiratory failure
Di fronte a un paziente con insufficienza respiratoria acuta di sospetta natura virale (e, soprattutto, durante le pandemie), gli autori raccomandano di adottare caschi di protezione invece delle maschere facciali.

11 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. On the use of corticosteroids for 2019-nCoV pneumonia
Il trattamento con corticosteroidi è un'arma a doppio taglio. In linea con il consenso degli esperti, gli autori si oppongono all'uso liberale di corticosteroidi e raccomandiamo brevi cicli di corticosteroidi a dose da bassa a moderata, usati con cautela nei pazienti critici con polmonite 2019-nCoV. Le prove esistenti sono inconcludenti e persino revisioni sistematiche e meta analisi su questo argomento giungono a conclusioni diverse. Pertanto gli autori ritengono che in futuro siano necessari studi controllati randomizzati ben progettati per fornire una base più solida alle raccomandazioni terapeutiche.

11 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. Early lessons from the frontline of the 2019-nCoV outbreak

10 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. The first 2019 novel coronavirus case in Nepal
Il 13 gennaio 2020, un uomo di 32 anni, uno studente nepalese all'Università tecnologica di Wuhan, in Cina, senza precedenti di comorbilità, è tornato in Nepal. Si è presentato al reparto ambulatoriale dell'ospedale Sukraraj Tropical and Infectious Disease, Kathmandu, con una tosse. Si era ammalato il 3 gennaio, 6 giorni prima di volare in Nepal.

7 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. Pandemic potential of 2019-nCoV
Gli autori asseriscono che un rapido isolamento dei soli individui sintomatici, incluso l'autoisolamento di quelli con sintomi lievi, permette di prevenire focolai prolungati al di fuori della Cina.

7 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. 2019-nCoV epidemic: address mental health care to empower society
Gli autori concludono che includere l'assistenza sanitaria per la tutela della salute mentale nel sistema nazionale di emergenza consentirà alla Cina e al mondo di contenere e sradicare meglio il virus 2019-nCoV.

6 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. 2019-nCoV transmission through the ocular surface must not be ignored

6 FEBBRAIO
.CORRESPONDENCE. 2019-nCoV epidemic: what about pregnancies?

4 FEBBRAIO
. CORRESPONDENCE. Baricitinib as potential treatment for 2019-nCoV acute respiratory disease 

31 GENNAIO. 

ORIGINAL ARTICLE. Nowcasting and forecasting the potential domestic and international spread of the 2019-nCoV outbreak originating in Wuhan, China: a modelling study. Nuovo studio di modellazione che stima la potenziale diffusione nazionale e internazionale del nuovo coronavirus 2019 (2019-nCoV) al 25 gennaio 2020. Vista la mancanza di una tempistica solida e dettagliata dei casi sospetti, probabili e confermati e contatti stretti, le dimensioni reali dell'epidemia e il suo potenziale pandemico rimangono poco chiari.

30 GENNAIO. ORIGINAL ARTICLE. Genomic characterisation and epidemiology of 2019 novel coronavirus: implications for virus origins and receptor binding. Una nuova analisi genetica di 10 sequenze di genomi del nuovo coronavirus (2019-nCoV) di 9 pazienti a Wuhan, in Cina, rileva che il virus è più strettamente correlato a due coronavirus simili alla SARS derivati ​​da pipistrelli. Il virus 2019-nCoV probabilmente è emerso molto recentemente ed è stato rilevato in modo relativamente rapido. Sebbene il virus sia geneticamente diverso da quello della sindrome respiratoria acuta grave (SARS) e sia considerato un nuovo coronavirus che infetta l'uomo, usa la stessa "porta" molecolare della SARS per entrare nelle cellule umane.

30 GENNAIO
. ORIGINAL ARTICLE. Epidemiological and clinical characteristics of 99 cases of 2019 novel coronavirus pneumonia in Wuhan, China: a descriptive study. La nuova analisi, pubblicata su The Lancet, include 99 pazienti con nuovo coronavirus 2019 confermato in laboratorio (2019-nCoV) che sono stati trasferiti all'ospedale Jinyintan, un ospedale per malattie infettive per adulti che ha accettato i primi casi dagli ospedali di Wuhan, tra 1 e 20 gennaio 2020. Questo rapporto costituisce la più ampia serie di dati clinici e terapeutici dei casi del nuovo coronavirus in Cina fino ad oggi. Lo studio include i primi 41 casi di Wuhan riportati su The Lancet venerdì 24 gennaio 2020 (prossimo articolo).

24 GENNAIO
. ORIGINAL ARTICLE. Clinical features of patients infected with 2019 novel coronavirus in Wuhan China. Chaolin Huang e colleghi pubblicano i primi dati clinici di individui confermati infetti da 2019-nCoV in Wuhan, Cina e forniscono risultati completi per i primi 41 casi confermati in laboratorio. 27 di questi 41 casi avevano un'esposizione diretta al mercato ittico di Wuhan, che si ritiene sia il sito iniziale dell'infezione da una fonte animale. Tutti avevano la polmonite virale. La gravità della malattia preoccupa: quasi un terzo dei pazienti ha sviluppato una sindrome da distress respiratorio acuto che richiede terapia intensiva; 6 i pazienti deceduti5 avevano un danno cardiaco acuto.

24 GENNAIO
. ORIGINAL ARTICLE. A familial cluster of pneumonia associated with the 2019 novel coronavirus indicating person-to-person transmission: a study of a family cluster Jasper Fuk-Woo Chan e colleghi nell'articolo riportano i dati clinici e microbiologici di una famiglia di sei persone che ha viaggiato a Wuhan, i cui membri successivamente si sono presentati con i sintomi della polmonite all'ospedale di Shenzhen nella provincia del Guangdong. Lo studio evidenzia la trasmissione da persona a persona e la diffusione tra città del nuovo coronavirus.


Per saperne di più, consulta:

quadratino la sezione dedicata al nuovo coronavirus su BMJ
quadratino la sezione dedicata al nuovo coronavirus su Nejm
quadratino la sezione dedicata al nuovo coronavirus su Jama



immagine: it.freepik.com