18 luglio 2020 - This week in The BMJ

18/7/2020

Prediabete, rischio di mortalità e malattie cardiovascolari

Association between prediabetes and risk of all cause mortality and cardiovascular disease: updated meta-analysis
Si definisce prediabete una situazione individuale caratterizzata da variabili glicemiche superiori ai valori di normalità ma inferiori ai limiti difiniti per il diabete. Questa metanalisi dei risultati di 129 studi retrospettivi relativi a oltre 10,5 milioni di soggetti...

Leggi tutte le segnalazioni e apri i link ai full text

Decreto n.9911 del 25 giugno 2020

25/6/2020

Decreto n.9911 del 25 giugno 2020
Indicazioni per la prescrizione dei sistemi di infusione continua di insulina e sistemi integrati per persone con Diabete Mellito. Approvazione modulistica.

Delibera n. 5 del 7 gennaio 2020

7/1/2020

Delibera n. 5 del 7 gennaio 2020
Percorso diagnostico terapeutico assistenziale per il Diabete nell'adulto. Modello di gestione integrata tra i medici di medicina generale e servizi di diabetologia. Aggiornamento Delibera GRT n. 108/2011- sostituzione del PDTA nell'adulto.

Gli articoli del New England Journal of Medicine più letti nel 2019

31/12/2019

Il New England Journal of Medicine ha raccolto i 12 articoli pubblicati nel 2019 che hanno riscosso il maggior interesse da parte della comunità medico scientifica.
Riguardano varie tematiche: dalla mortalità per inquinamento, all'uso degli smartphone per identificare la fibrillazione atriale, dalle malattie polmonari correlate alle sigarette elettroniche, a innovative metodologie cliniche e novità per il trattamento di alcune gravi patologie.

www.nejm.org

7 dicembre 2019 - This week in The BMJ

7/12/2019

HPV: OMS sospende la vaccinazione dei ragazzi

HPV: WHO calls for countries to suspend vaccination of boys
L'OMS ha formulato un invito alle nazioni a non procedere alla vaccinazione maschile per l'HPV, ma di portare avanti solo quella femminile nelle età previste per carenza di produzione del vaccino.

Terapia ablativa per la fibrillazione atriale

Ablation therapy in atrial fibrillation
Il trattamento ablativo è un'opzione terapeutica per i casi di fibrillazione atriale dove la terapia medica è insufficiente o controindicata. Ne è dimostrato l'effetto favorevole sulla qualità della vita ma non sulla speranza di vita e sul rischio di stroke. Ha successo nell'80% dei casi e dopo è comunque consigliata l'anticoagulazione. Frequentemente deve essere ripetuta.

Leggi tutte le segnalazioni e apri i link ai full text

4 dicembre 2019 - This Week in the NEJM

4/12/2019

Artroplastica totale o emi per frattura di femore

Total Hip Arthroplasty or Hemiarthroplasty for Hip Fracture
Trial policentrico che confronta artroplastica totale ed emiartroplastica in pazienti con frattura del femore relativamente all'incidenza di secondo intervento. Per quanto riguarda questo specifico end point non si sono rilevate differenze.

Leggi tutte le segnalazioni e apri i link ai full text

21 novembre 2019 - This Week in the NEJM

21/11/2019

Malattie infettive trasmesse da vettori: la temibile encefalite equina orientale

Eastern Equine Encephalitis Virus — Another Emergent Arbovirus in the United States

Nel mondo i decessi per malattie infettive trasmesse da artropodi sono circa 700.000 all'anno. La encefalite equina orientale (Tripla E, da Eastern Equine Encefalitis) da arborvirus trasmessi da zanzare e zecche, è una delle infezioni più letali. Il ciclo e la modalità di trasmissione sono riportati nella seconda pagina di questo articolo. Incubazione di una settimana circa, sintomi influenzali e poi encefalitici. Non sono ancora disponibili terapie e vaccini.

Leggi le altre segnalazioni e apri i link ai full text...


7 novembre 2019 - This Week in the NEJM

7/11/2019

Confronto tra l'etica degli scopritori dell'insulina negli anni '20 e le speculazioni delle case farmaceutiche USA

The U.S. Insulin Crisis — Rationing a Lifesaving Medication Discovered in the 1920s

Le norme USA non prevedono alcun tetto al prezzo dei farmaci, lasciandolo alla libera concorrenza. Nel caso dell'insulina, la libera concorrenza è molto debole richiedendo la sintesi strutture laboratoristiche complesse. Nella fattispecie in larga quantità la producono solo Eli Lilly e Novo Nordisk. Il costo medio da sostenere per un diabetico è di circa 50 dollari al giorno e le assicurazioni sanitarie sono disponibili a farsene carico solo per una parte.
Questo costringe molti americani ad approvviggionarsi in Canada, dove la normativa nazionale invece prevede un prezzo al pubblico che è 1/5 di quello USA. Il confronto che viene fatto dagli autori dell'articolo è fra l'etica delle case farmaceutiche e quella dei due scopritori dell'insulina, Frederick Banting e John Macleod, ambedue Nobel nel 1923, che cedettero per 1 dollaro la licenza all'Università di Toronto affermando che "l'insulina non è degli scopritori ma dell'umanità" perché prima che questa venisse identificata il diabete era una malattia sempre mortale.

Leggi le altre segnalazioni e apri i link ai full text...


28 ottobre 2019 - This week in JAMA

28/10/2019

Cancro della cervice uterina: un problema globale di salute pubblica

Cervical Cancer as a Global Concern. Contributions of the Dual Epidemics of HPV and HIV

Commento a un trial in questo stesso fascicolo che evidenzia la migliore efficacia dell'elettrocoagulazione rispetto alla crioterapia per i papillomi della cervice uterina. Il commento serve soprattutto a ricordare che questo tumore, in forte regressione nei paesi occidentali, è invece il più frequente nel sesso femminile nei paesi in via di sviluppo, in larga misura connesso alla diffusione endemica dell'HIV. E' anche uno dei tumori più frequenti in assoluto, come si può vedere nelle statistiche oncologiche 2018.


Leggi le altre segnalazioni e apri i link ai full text...

Nuovi dispositivi per misurare la glicemia: i glucosensori. Dalla Società italiana di diabetologia la loro valutazione e le indicazioni per i pazienti diabetici

28/10/2019

Da alcuni anni sono disponibili piccoli device, i cosiddetti ‘sensori glicemici’, che realizzano il monitoraggio in continuo del glucosio (continuous glucose monitoring, CGM). Chi può ricevere i “sensori glicemici” dal servizio sanitario? Una recente indagine della Società italiana di diabetologia fa il punto.