10/6/2020

Le segnalazioni di NBST su Covid-19


Covid-19: cosa sappiamo finora

Le riviste più prestigiose e alcuni editori e società scientifiche hanno creato sezioni dedicate all'epidemia da coronavirus 2019 con contenuti accessibili gratuitamente.

Sono molti gli articoli che escono quotidianamente e aggiornano le conoscenze sulla malattia. 
Per ogni rivista pubblichiamo gli articoli corredati da breve commento in ordine di data di publicazione. Abbiamo inoltre creato dei repository per permettere comunque l'accesso a tutta la letteratura fin dall'inizio dell'epidemia.

Nella nostra pagina dedicata alle risorse su Covid-19 forniamo un elenco di editori, banche dati con risorse gratuite e novità. 


nejm coronavirusDal Nejm segnaliamo:

 Storia dell'infezione asintomatica SARS-CoV-2
12 GIUGNO. Natural History of Asymptomatic SARS-CoV-2 Infection
Lo scoppio sulla nave da crociera Diamond Princess ha portato all'identificazione di 96 persone infette da SARS-CoV-2 ma asintomatiche. Questo rapporto descrive il loro decorso durante l'isolamento, con un'attenta osservazione e test seriali per il virus.

Idrossiclorochina come profilassi post-esposizione
3 GIUGNO. A Randomized Trial of Hydroxychloroquine as Postexposure Prophylaxis for Covid-19
Studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo negli Stati Uniti e in alcune parti del Canada per testare l'idrossiclorochina come profilassi post-esposizione. Sono stati arruolati per lo studio 821 partecipanti asintomatici. Complessivamente, l'87,6% dei partecipanti (719 su 821) ha riportato un'esposizione ad alto rischio con un contatto Covid-19 confermato. L'incidenza di nuove malattie compatibili con Covid-19 non differiva significativamente tra i partecipanti che ricevevano idrossiclorochina (49 su 414 [11,8%]) e quelli che ricevevano placebo (58 su 407 [14,3%]). Gli effetti collaterali erano più comuni con l'idrossiclorochina rispetto al placebo (40,1% vs. 16,8%), ma non sono state riportate reazioni avverse gravi.


lancet coronavirusDal Lancet segnaliamo:

Modelli previsionali di distanziamento, isolamento, quarantena e tracciamento
16 GIUGNOEffectiveness of isolation, testing, contact tracing, and physical distancing on reducing transmission of SARS-CoV-2 in different settings: a mathematical modelling study
Coerentemente con i precedenti studi di modellazione e le risposte COVID-19 specifiche per paese fino ad oggi, l'analisi ha stimato che un'alta percentuale di casi avrebbe bisogno di autoisolamento e un'alta percentuale dei loro contatti di essere rintracciati per garantire un numero di riproduzione del virus inferiore a 1 in assenza di altre misure. Se combinato con moderate misure di distanziamento fisico, l'autoisolamento e la tracciabilità dei contatti avrebbero maggiori probabilità di ottenere il controllo della trasmissione di SARS-Cov-2.
Riduzione media della trasmissione: 2% per i test casuali di massa sul 5% della popolazione ogni settimana, 29% per l'autoisolamento dei soli casi sintomatici all'interno della famiglia, 35% per l'autoisolamento all'esterno della famiglia, 37% per l'autoisolamento più quarantena della famiglia, 64% per l'autoisolamento e la quarantena con l'aggiunta del tracciamento manuale di tutti i contatti, 57% con l'aggiunta del tracciamento manuale dei soli conoscenti e 47% con l'aggiunta del tracciamento con app.

Vaccino ricombinante per coronavirus (vettore di adenovirus di tipo 5)
13 GIUGNO. Safety, tolerability, and immunogenicity of a recombinant adenovirus type-5 vectored COVID-19 vaccine: a dose-escalation, open-label, non-randomised, first-in-human trial
È urgentemente necessario un vaccino per la protezione da COVID-19. Lo studio è progettato per valutare l'immunogenicità e la sicurezza di un vaccino ricombinante per coronavirus (vettore di adenovirus di tipo 5) che codifica per la proteina Spike di SARS-CoV-2 (Ad5-nCoV). Il vaccino è tollerabile e immunogeno a 28 giorni dalla vaccinazione. Le risposte umorali contro SARS-CoV-2 hanno raggiunto il picco al giorno 28 post-vaccinazione in adulti sani e sono state osservate risposte rapide e specifiche a cellule T dal giorno 14 post-vaccinazione. I risultati suggeriscono che il vaccino ricombinante adenovirus di tipo 5 (Ad5) merita ulteriori indagini.


jama coronavirusDa Jama segnaliamo:

Anticorpi monoclonali e Covid-19
15 GIUGNO. Monoclonal Antibodies for Prevention and Treatment of COVID-19
Gli anticorpi neutralizzanti svolgono un ruolo importante nella protezione o nel recupero da molte infezioni virali. Diversi anticorpi monoclonali entreranno negli studi clinici nei prossimi mesi e saranno valutati per la loro capacità di limitare o modificare l'infezione da SARS-CoV-2. Stabilire l'efficacia terapeutica o profilattica degli anticorpi monoclonali sarebbe un progresso importante nel controllo della pandemia.

Fattori associati a complicanze chirurgiche e mortalità nei pazienti con Covid-19
12 GIUGNO. Factors Associated With Surgical Mortality and Complications Among Patients With and Without Coronavirus Disease 2019 (COVID-19) in Italy
COVID-19 è associata a mortalità chirurgica precoce e complicanze?
In questo studio di coorte italiano su 41 pazienti chirurgici con COVID-19 e 82 pazienti di controllo strettamente corrispondenti senza COVID-19, sono state documentate differenze significative per quanto riguarda i tassi di mortalità precoce e complicanze. Polmonite e complicanze trombotiche erano significativamente associate a COVID-19 e differenti modelli hanno identificato COVID-19 come la prima variabile associata alle complicanze chirurgiche.


bmj coronavirusDa Bmj segnaliamo:

Fattori socioeconomici e disuguaglianze di salute

8 GIUGNO. Using socioeconomics to counter health disparities arising from the covid-19 pandemic
I primi dati suggeriscono che sia l'incidenza che l'effetto di covid-19 saranno distribuiti in modo diseguale tra le persone con diversi livelli di deprivazione materiale e sociale.

Caratteristiche cliniche di 20.133 pazienti inglesi
22 MAGGIO. Features of 20.133 patients in hospital with covid-19 using the ISARIC WHO Clinical Characterisation Protocol
L'obiettivo dello studio è analizzare le caratteristiche cliniche dei pazienti ricoverati in ospedale nel Regno Unito durante la prima fase di crescita dell'epidemia di Covid-19 arruolati nello studio sulle infezioni respiratorie acute gravi ed emergenti (ISARIC WHO CCP-UK) per esplorare i fattori di rischio associati alla mortalità in ospedale. Anche l'obesità, oltre alle malattie renali croniche e alle malattie del fegato sono associate ad un aumento della mortalità ospedaliera.