31/8/2020

Nejm, un anno di articoli sull'epidemia di Covid-19: da maggio ad agosto 2020

nejm.org
Tavola disegno 12x
Nella sezione dedicata all'epidemia di Covid-19 il NEJM offre una "collection" di articoli e altre risorse, tra cui rapporti clinici, linee guida di gestione e commenti. Sono molti gli articoli che escono quotidianamente e aggiornano le conoscenze sulla malattia.

Qui sotto il repository degli articoli segnalati da NBST nel primo anno dell'epidemia da maggio ad agosto 2020.


Campioni di saliva per rilevare l'infezione da SARS-CoV-2
28 AGOSTOSaliva or Nasopharyngeal Swab Specimens for Detection of SARS-CoV-2
In questa lettera, i ricercatori riferiscono che i campioni di saliva e i campioni di tampone nasofaringeo avevano una sensibilità simile nel rilevamento dell'RNA di SARS-CoV-2 in soggetti sia sintomatici che asintomatici.

Fare prevenzione nell'era post Covid
12 AGOSTOCovid-19 and the Mandate to Redefine Preventive Care
Nel definire la nuova normalità per l'assistenza ambulatoriale nell'era Covid, è necessario un nuovo approccio per fornire prevenzione, promozione ed educazione alla salute. Il mancato sviluppo di sistemi alternativi per promuovere la prevenzione basati sull'evidenza scientifica potrebbe peggiorare le disparità di salute evidenziate dalla pandemia.

Differenze razziali nei trial clinici
11 AGOSTO. Racial Disproportionality in Covid Clinical Trials
Per fornire i dati necessari per generalizzare l'efficacia e la sicurezza degli esiti tra i gruppi razziali, gli studi clinici su Covid-19 devono dare la priorità all'inclusione di popolazioni di pazienti che riflettono i dati demografici della pandemia in corso, specialmente negli Stati Uniti.

Coronavirus in Nuova Zelanda
7 AGOSTOElimination of Covid-19 Transmission in New Zealand
In Nuova Zelanda una rapida valutazione del rischio basata su evidenze scientifiche e collegata a un'azione precoce e decisiva del governo sono state fondamentali per contenere l'epidemia di Covid-19. Il paese è ora nella fase post-eliminazione, che arriva con le sue incertezze.

Partizionare la curva: restrizioni nei viaggi tra gli Stati
5 AGOSTOPartitioning the Curve — Interstate Travel Restrictions During the Covid-19 Pandemic
Molte giurisdizioni hanno risposto alla crescente pandemia di Covid-19 monitorando i loro confini. Ma negli Stati Uniti, i tentativi di limitare i viaggi da uno stato all'altro presentano molti problemi legali.

Riapertura scuole: Trump e CDC
29 LUGLIOPublic Health Decision Making during Covid-19 — Fulfilling the CDC Pledge to the American People
Dati certi sui rischi che la riapertura delle scuole comporta per i bambini, gli insegnanti e la comunità rimangono limitati. I bambini sembrano avere meno probabilità di contrarre SARS-CoV-2; dei 149.082 casi negli Stati Uniti segnalati tra il 12 febbraio e il 2 aprile 2020, solo 2572 (1,7%) erano in bambini di età inferiore ai 18 anni, sebbene la possibilità che alcuni bambini siano infetti ma asintomatici, e quindi non testati, non può essere esclusa. Sebbene la maggior parte dei bambini sia colpita lievemente, lo stesso non si può dire per gli insegnanti, i genitori, i nonni e le altre persone che saranno esposte a bambini potenzialmente infetti.
L'articolo prende avvio dal battibecco tra il presidente Trump e il direttore dei CDC sull'apertura di scuole elementari e superiori. Questo scambio tra i leader federali solleva la preoccupazione che durante la risposta all'emergenza, le linee guida riguardanti la sicurezza degli scolari negli Stati Uniti potrebbero basarsi non sui migliori dati scientifici disponibili, ma su considerazioni politiche.

Riapertura delle scuole negli Stati Uniti
29 LUGLIOReopening Primary Schools during the Pandemic
Se (e come) riaprire le scuole primarie non è solo una questione scientifica e tecnocratica, ma anche emotiva e morale. Il senso di responsabilità verso i bambini - per lo meno, per proteggerli dalle vicissitudini della vita, incluso il cattivo processo decisionale degli adulti che permettono alle infezioni mortali di sfuggire al controllo - è fondamentale per la collettività. Le aspettative nei confronti del personale scolastico sono altrettanto cariche a livello emotivo e morale. Non è un caso che la maggior parte degli insegnanti della scuola elementare siano donne che dovrebbero sacrificarsi "per il bene dei bambini". Le chiusure scolastiche hanno anche portato un'ingiustizia sociale, economica e razziale, con bambini e famiglie emarginate. Per tutti questi motivi, le decisioni relative alla riapertura delle scuole rimangono complesse e controverse.

Vaccino Covid-19 a base di mRNA nei primati non umani
28 LUGLIOEvaluation of the mRNA-1273 Vaccine against SARS-CoV-2 in Nonhuman Primates
Due iniezioni di un vaccino a base di mRNA che codifica la proteina spike SARS-CoV-2 hanno suscitato alti livelli di risposta dell'anticorpo neutralizzante e delle cellule T CD4 Th1 nei macachi rhesus. Due giorni dopo la vaccinazione, gli animali con virus intranasale e intratracheale sono stati testati e la replicazione virale non era rilevabile nel liquido di lavaggio broncoalveolare e nelle secrezioni nasali.

Sindrome infiammatoria multisistemica nei bambini americani
23 LUGLIOMultisystem Inflammatory Syndrome in U.S. Children and Adolescents
Comprendere l'epidemiologia e il decorso clinico della sindrome infiammatoria multisistemica nei bambini (MIS-C) e la sua associazione temporale con Covid-19 è importante, date le implicazioni cliniche e di salute pubblica. Infatti, la sindrome infiammatoria multisistemica associata a SARS-CoV-2 ha portato a malattie gravi e potenzialmente letali in bambini e adolescenti precedentemente sani.
Lo studio segnala 186 pazienti con MIS-C in 26 stati. I casi sono stati inclusi in base a 6 criteri: malattia grave che porta al ricovero, età inferiore a 21 anni, febbre durata per almeno 24 ore, infiammazione accertata in laboratorio, coinvolgimento di organi multisistemici ed evidenza di infezione da SARS-CoV-2 accertata con RT-PCR, test sugli anticorpi o esposizione a persone con Covid-19 nell'ultimo mese.
Per approfondire: Multisystem Inflammatory Syndrome in Children in New York State

Idrossiclorichina con o senza Azitromicina
23 LUGLIOHydroxychloroquine with or without Azithromycin in Covid-19
Studio multicentrico, randomizzato, in aperto, a tre gruppi, controllato, che ha coinvolto pazienti ospedalizzati con Covid-19 sospetto o confermato che non hanno ricevuto ossigeno supplementare o al massimo 4 litri al minuto di ossigeno supplementare.
I pazienti sono stati assegnati in modo casuale a ricevere idrossiclorochina con azitromicina, idrossiclorochina da sola o cure usuali. L'outcome primario era lo stato clinico a 15 giorni, valutato su scala a sette livelli. Non ci sono state differenze significative tra i gruppi nel risultato primario (ClinicalTrials.gov NCT04322123)

Programma Rapid Acceleration of Diagnostics
22 LUGLIO. RADx — Rapid Scaling Up of Covid-19 Testing
Nell'aprile 2020, il Congresso ha stanziato 1,5 miliardi di dollari per l'NIH per aumentare la capacità di test per SARS-CoV-2. L'NIH ha istituito il programma Rapid Acceleration of Diagnostics per supportare lo sviluppo e l'implementazione di test precisi e rapidi. Tra gli obiettivi di RADx c'è quello di aumentare la capacità per poter testare circa il 2% della popolazione degli Stati Uniti (6 milioni di persone) al giorno entro dicembre 2020.

Il trattamento con desametasone 
17 LUGLIODexamethasone Treatment in Covid-19
Tra i pazienti ospedalizzati con Covid-19, il trattamento con desametasone ha comportato una riduzione della mortalità a 28 giorni rispetto alle normali cure, in base al livello di supporto respiratorio che i pazienti stavano ricevendo, indicando una possibile correlazione tra efficacia e stadio dell'infezione. I glucocorticoidi possono modulare la lesione polmonare mediata dall'infiammazione e quindi ridurre la progressione verso l'insufficienza respiratoria e la morte. L'uso del desametasone ha comportato una mortalità a 28 giorni inferiore tra coloro che ricevevano ventilazione meccanica invasiva o ossigeno da solo, ma non tra quelli che non necessitavano supporto respiratorio.

Il ritiro degli Stati Uniti dall'Oms
15 LUGLIO. EDITORIAL. The United States and the WHO
Il 7 luglio 2020, il Presidente ha annunciato che gli Stati Uniti si ritireranno dall'OMS. Barry Bloom e Paul Farmer si uniscono a Eric Rubin nel sottolineare l'importanza particolare dell'OMS durante una pandemia, paragonando il ritiro del supporto con il licenziamento di un pompiere nel mezzo di un incendio.

Come migliorare l'arruolamento nei trial
15 LUGLIOImproving Clinical Trial Enrollment
Nonostante le barriere alla progettazione, attuazione e completamento degli studi clinici nel bel mezzo di una pandemia, ci sono modi per garantire che gli studi selezionati siano strutturati per massimizzare la possibilità che le domande chiave della ricerca ricevano una risposta definitiva.
Se tutti gli studi registrati su clinictrials.gov a metà giugno raggiungessero il target di arruolamento, meno del 4% di quelli a cui è stato diagnosticato Covid-19 sarebbero arruolati in uno studio randomizzato e controllato. Per far fronte a queste sfide, l'ospedale Massachusetts General Hospital ha istituito un comitato di revisione scientifica centralizzato, oltre alla supervisione etica del comitato di revisione istituzionale, per determinare il portfolio di studi correlati a Covid-19 che sarebbero avviati e per valutare continuamente nuovi studi proposti.

Immunogenicità di un vaccino candidato contro SARS-CoV-2
14 LUGLIOAn mRNA Vaccine against SARS-CoV-2 — Preliminary Report
Il vaccino mRNA-1273 ha indotto risposte immunitarie anti-SARS-CoV-2 in tutti i partecipanti e non sono stati identificati problemi di sicurezza limitanti la sperimentazione. Questi risultati supportano l'ulteriore sviluppo di questo vaccino. (Finanziato dall'Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive e altri; numero mRNA-1273 ClinicalTrials.gov, NCT04283461).
Due inoculazioni con un nuovo vaccino mRNA anti SARS-CoV-2 che codifica una proteina nel picco del coronavirus hanno indotto alti livelli di anticorpi neutralizzanti il ​​virus in volontari adulti sani. Sono state anche sollecitate risposte a cellule T specifiche del virus. I risultati provvisori hanno indicato che una dose di 100 μg per iniezione massimizzava la risposta immunitaria e minimizzava la reattogenicità del vaccino.

Caso clinico
8 LUGLIOA Woman Who Died from Covid-19
Una donna di 76 anni è stata ricoverata in ospedale con confusione e ipossiemia. Diversi ospiti nella sua struttura di residenza assistita avevano ricevuto una diagnosi di Covid-19. Il tampone rinofaringeo era positivo per SARS-CoV-2. Il quarto giorno di ospedale si sono sviluppate difficoltà respiratorie; 36 ore dopo, la paziente è deceduta. È stata eseguita l'autopsia.

Ospedali americani in recessione
2 LUGLIO. Are U.S. Hospitals Still “Recession-proof”?
I cambiamenti chiave nei costi per gli ospedali americani li hanno portati a un precipizio economico. Gli ospedali erano vulnerabili alle recessioni economiche prima che venissero rilevati i primi casi di Covid-19 e, salvo eccezioni, rimarranno così a lungo dopo l'epidemia.

Donna con tumore al seno in fase iniziale durante la pandemia
1 LUGLIOCase record: A 62-Year-Old Woman with Early Breast Cancer during the Covid-19 Pandemic
Una donna di 62 anni è stata valutata per una massa nel seno sinistro durante la pandemia di Covid-19. La mammografia ha rivelato una massa con margini spiculati. L'ecografia ha mostrato una massa solida, di 3,1 cm per 1,5 cm per 1,2 cm e normali linfonodi ascellari sinistri. È stata eseguita una biopsia con ago del nucleo e sono state prese le decisioni per il trattamento.

Garantire i vaccini contro SARS-CoV-2
26 GIUGNOEnsuring Uptake of Vaccines against SARS-CoV-2
Sebbene un vaccino SARS-CoV-2 abbia bisogno di mesi o anni, ora è il momento di sviluppare una strategia politica per garantire l'assunzione del vaccino, inclusa la considerazione dei criteri chiave per determinare quando la vaccinazione è appropriata.

Fattori genetici coinvolti nello sviluppo di Covid-19
20 GIUGNO. Genomewide Association Study of Severe Covid-19 with Respiratory Failure
Vi è una notevole variazione nel comportamento della malattia nei pazienti infetti da SARS-CoV-2. L'analisi dell'associazione genomewide può consentire l'identificazione di potenziali fattori genetici coinvolti nello sviluppo di Covid-19.

Vaccini a RNA 
18 GIUGNOAmplifying RNA Vaccine Development
Con l'emergere della pandemia, un vaccino mRNA è stato il primo ad entrare negli studi clinici, con i primi volontari che hanno ricevuto il vaccino dopo 10 settimane dal rilascio della sequenza genetica di SARS-CoV-2. I vaccini ad acido nucleico sono oggi una grande speranza per risolvere questa crisi. Questa non è una sorpresa. Fin dalla loro prima idea, i vaccini ad acido nucleico sono stati riconosciuti come una possibile soluzione per una rapida risposta pandemica sia per la necessità della sola sequenza di un agente patogeno per generare il vaccino che per la sua semplicità nella produzione.

vaccino rna
Ritorno al lavoro in una pandemia in corso: le sfide
18 GIUGNOChallenges of “Return to Work” in an Ongoing Pandemic
Gli autori discutono delle sfide di salute pubblica affrontate che devono affrontare le aziende nel prevenire la trasmissione di Covid-19 tra i loro lavoratori e i clienti. Vengono inoltre discussi i vantaggi e i limiti delle strategie per ridurre la trasmissione, che vanno da semplici misure come il distanziamento sociale a misure più costose e complesse come test e tracciabilità dei contatti.

Storia dell'infezione asintomatica SARS-CoV-2
12 GIUGNONatural History of Asymptomatic SARS-CoV-2 Infection
Lo scoppio sulla nave da crociera Diamond Princess ha portato all'identificazione di 96 persone infette da SARS-CoV-2 ma asintomatiche. Questo rapporto descrive il loro corso durante l'isolamento, con un'attenta osservazione e test seriali per il virus.

Analisi del cervello all'autopsia di pazienti deceduti per Covid
12 GIUGNOBrain Autopsy Series in Patients with Covid-19
Diciotto cervelli di pazienti che sono morti da 0 a 32 giorni dopo l'insorgenza dei sintomi dell'infezione da SARS-CoV-2 hanno mostrato cambiamenti ipossico-ischemici ma nessuna encefalite, meningite, ictus o alterazioni di bulbi o tratti olfattivi. Sono state rilevate basse cariche virali mediante RT-PCR quantitativa in alcune sezioni del cervello e nessun virus è stato mostrato dall'analisi immunoistochimica.

Covid e diabete
12 GIUGNODiabetes and Covid-19
Il diabete è associato ad un aumentato rischio di Covid-19 grave. Il diabete di nuova insorgenza e complicanze metaboliche del diabete preesistente, tra cui chetoacidosi diabetica e iperosmolarità, per le quali sono garantite dosi molto elevate di insulina, sono state osservate in pazienti con Covid-19.

Test falsi negativi per infezione da SARS-CoV-2
5 GIUGNO. False Negative Tests for SARS-CoV-2 Infection — Challenges and Implications
I test diagnostici per SARS-CoV-2 aiuteranno a riaprire in sicurezza gli USA, ma solo se i test sono altamente accurati. Numerosi passaggi devono essere adottati dai produttori e dall'FDA per garantire che i test offrano una guida affidabile per quanto riguarda la probabilità di diffondere l'infezione.

Aspettando la certezza sui test anticorpali
5 GIUGNO. Waiting for Certainty on Covid-19 Antibody Tests — At What Cost?
Nonostante la nostra incapacità di garantire l'accuratezza di un processo di certificazione dell'immunità, la mancata azione per identificare le persone che potrebbero tornare in sicurezza sul posto di lavoro è di per sé un'azione che comporta profondi costi e conseguenze sulla salute.

Idrossiclorochina come profilassi post-esposizione
3 GIUGNOA Randomized Trial of Hydroxychloroquine as Postexposure Prophylaxis for Covid-19
Studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo negli Stati Uniti e in alcune parti del Canada per testare l'idrossiclorochina come profilassi post-esposizione. Sono stati arruolati per lo studio 821 partecipanti asintomatici. Complessivamente, l'87,6% dei partecipanti (719 su 821) ha riportato un'esposizione ad alto rischio con un contatto Covid-19 confermato. L'incidenza di nuove malattie compatibili con Covid-19 non differiva significativamente tra i partecipanti che ricevevano idrossiclorochina (49 su 414 [11,8%]) e quelli che ricevevano placebo (58 su 407 [14,3%]). Gli effetti collaterali erano più comuni con l'idrossiclorochina rispetto al placebo (40,1% vs. 16,8%), ma non sono state riportate reazioni avverse gravi.
Dopo un'esposizione ad alto o moderato rischio di Covid-19, l'idrossiclorochina non ha prevenuto malattie compatibili con Covid-19 o confermato l'infezione, se usata come profilassi post-esposizione entro 4 giorni dall'esposizione.

Tamponi per la SARS-CoV-2: quale zona prediligere?
3 GIUGNOPatient-Collected Swabs for SARS-CoV-2 Testing
I tamponi di lingua, naso e turbinati medi per rilevare la SARS-CoV-2 sono stati raccolti da 530 pazienti ambulatoriali prima che un operatore sanitario raccolse i tamponi rinofaringei da questi pazienti. Sia i campioni dei turbinati medi che quelli nasali raccolti dai pazienti stessi possono essere clinicamente accettabili, con una sensibilità stimata superiore al 90%.

Remdesivir per 5 o 10 giorni
27 MAGGIO. ARTICOLO ORIGINALE. Remdesivir for 5 or 10 Days in Patients with Severe Covid-19
Uno studio randomizzato ha confrontato una somministrazione di 5 giorni di remdesivir per via endovenosa con una di 10 giorni in pazienti con polmonite Covid-19 e ipossiemia che non stavano ancora ricevendo ventilazione meccanica e non ha mostrato differenze significative nei risultati relativi alla durata del trattamento.
remdesivir 5 10Pazienti neri e pazienti bianchi con Covid-19
27 MAGGIO. Hospitalization and Mortality among Black Patients and White Patients with Covid-19
Uno studio di coorte retrospettivo ha analizzato i dati di un sistema sanitario della Louisiana la cui popolazione è nera non ispanica al 31%. Un totale del 76,9% dei pazienti ricoverati in ospedale con Covid-19 e il 70,6% di quelli deceduti per malattia erano neri. La razza nera non era associata a una maggiore mortalità in ospedale dopo aggiustamento per le caratteristiche basali dei pazienti.

Politica di assistenza per le nursing home post Covid-19
27 MAGGIOLong-Term Care Policy after Covid-19 — Solving the Nursing Home Crisis
Covid-19 ha messo in luce le crepe nel sistema statunitense di fornitura e finanziamento delle cure a lungo termine e non esistono soluzioni facili. Abbiamo bisogno di politiche globali che prendano sul serio l'invecchiamento degli americani e lo finanzino di conseguenza e in una gamma più ampia di contesti.

Remdesivir: risultati promettenti in un report preliminare
22 MAGGIORemdesivir for Covid-19 — Preliminary Report
In questo studio randomizzato in doppio cieco su 1063 adulti ricoverati in ospedale con Covid-19, una sommiinistrazione di 10 giorni di remdesivir per via endovenosa è stata superiore al placebo nel ridurre i tempi di recupero. Le stime della mortalità a 14 giorni erano del 7,1% nel gruppo remdesivir e dell'11,9% nel gruppo placebo.

remdesivir studio 1063 paxCome procede la ricerca di farmaci anti Covid-19
20 MAGGIODynamic Developments in Screening Candidate Drugs
Abbiamo urgentemente bisogno di farmaci efficaci per la malattia Covid-19, ma qual è il modo più rapido per trovarli? Un approccio è quello di sperare che i farmaci che hanno funzionato contro un virus diverso (come l'epatite C o l'Ebola) funzionino anche contro Covid-19. In alternativa, possiamo essere razionali e specificamente colpire le proteine ​​della SARS-CoV-2 in modo da interrompere il suo ciclo di vita. Le simulazioni di dinamica molecolare insieme allo screening virtuale ad alta produttività forniscono un mezzo per una rapida valutazione dei farmaci esistenti per l'attività antivirale. Gli autori spiegano come questi metodi servono nella ricerca di farmaci per il trattamento di Covid-19.

Angiogenesi e Covid-19
21 MAGGIO. ARTICOLO ORIGINALE. Pulmonary Vascular Endothelialitis, Thrombosis, and Angiogenesis in Covid-19
L'esame dell'autopsia dei polmoni di sette pazienti deceduti a causa di Covid-19 ha mostrato angiogenesi intussusceptive con maggiore profusione rispetto a quella riscontrata nei polmoni di pazienti deceduti per influenza o in polmoni non infetti respinti per trapianto.

Modelli epidemiologici meccanicistici
16 MAGGIO. PERSPECTIVE. Wrong but Useful
modelli epidemiologici meccanicistici sono progettati per aiutarci a esaminare sistematicamente le implicazioni di varie ipotesi su un processo altamente non lineare che è difficile da prevedere usando solo l'intuizione. Utilizzati in modo appropriato, possono aiutarci a guidare questa pandemia.

USA, prendersi cura dei primi soccorritori Covid-19
13 MAGGIOPreventing a Parallel Pandemic
Proprio come quando il paese si è radunato per prendersi cura dei primi soccorritori dell'11 settembre che hanno sofferto di effetti a lungo termine sulla salute, dobbiamo assumerci la responsabilità del benessere dei primi soccorritori clinici di Covid-19 - ora e nel lungo periodo.

Discriminazioni di colore nelle cure
13 MAGGIOInequity in Crisis Standards of Care
I recenti standard statali di assistenza per le crisi che forniscono un processo daltonico per determinare se un paziente con insufficienza respiratoria Covid-19 vive o muore sono allarmanti, poiché le politiche daltoniche provocano una discriminazione nei confronti delle comunità di colore.

Organotropismo di SARS-CoV-2
13 MAGGIOMultiorgan and Renal Tropism of SARS-CoV-2
In questa serie di autopsie, gli autori hanno scoperto che SARS-CoV-2 ha un organotropismo che va oltre il tratto respiratorio, include reni, cuore, fegato e cervello. Essi ipotizzano che l'organotropismo influenzi il decorso della malattia di Covid-19 e, eventualmente, aggravi condizioni preesistenti.


Cuore polmonare acuto in pazienti con Covid-19
6 MAGGIO. CORRESPONDENCE. COVID-19 CASES. Acute Cor Pulmonale in Covid-19
Sono descritti cinque casi di cuore polmonare acuto in pazienti con Covid-19. Sebbene la tromboembolia polmonare acuta fosse la causa più 
probabile di insufficienza ventricolare destra, non è stata definitivamente confermata in tutti i casi. Il cuore polmonare acuto che causa shock ostruttivo deve essere incluso nella diagnosi differenziale nei pazienti in condizioni critiche con Covid-19. Un video mostra i risultati cocardiografici in uno dei pazienti.

Riduzione dell'uso di imaging per stroke
8 MAGGIO. CORRESPONDENCE. Use of Stroke Imaging during the Covid-19 PandemicPandemic
Gli autori hanno esaminato un database di imaging utilizzato per determinare se i pazienti con ictus acuto erano idonei a sottoporsi a trombectomia endovascolare. Hanno riscontrato una riduzione del 39% nell'uso quotidiano di questa imaging da un periodo prepandemico di 29 
giorni nel febbraio 2020 a un periodo di pandemia precoce di 14 giorni da fine marzo a inizio aprile.

Idrossiclorochina sì o no?
7 MAGGIOObservational Study of Hydroxychloroquine in Covid-19
Tra i 1376 pazienti con Covid-19 ricoverati in un ospedale di New York City, il 59% è stato trattato con idrossiclorochina. I pazienti selezionati per il trattamento erano i più gravemente malati. Dopo aggiustamento per le caratteristiche basali dei pazienti, non vi era alcuna associazione significativa tra l'uso di idrossiclorochina e intubazione o morte (hazard ratio, 1,04; IC al 95%, da 0,82 a 1,32).
Per approfondire leggi l'editoriale The Urgency of Care during the Covid-19 Pandemic — Learning as We Go
hydroxychloroquine
Studio su lopinavir-ritonavir: nessun beneficio oltre alle cure standard
7 MAGGIOOral Lopinavir–Ritonavir for Severe Covid-19
Ricercatori cinesi riportano i risultati di uno studio clinico randomizzato in aperto di lopinavir-ritonavir per il trattamento di Covid-19 su 199 pazienti adulti infetti. L'end point primario era il tempo al miglioramento clinico. Nei pazienti adulti ospedalizzati con Covid-19 grave, non è stato osservato alcun beneficio con il trattamento con lopinavir-ritonavir oltre alle cure standard. Prove future in pazienti con malattia grave possono aiutare a confermare o escludere la possibilità di un beneficio terapeutico.

lopinavir
La triste lezione della provincia di Bergamo
5 MAGGIO. CORRESPONDENCE. Adaptations and Lessons in the Province of Bergamo
Un ospedale nella regione più colpita dell'Italia ha dovuto gestire un numero sempre crescente di ricoveri giornalieri per Covid-19 dopo che le risposte ritardate nella provincia hanno permesso una rapida diffusione del virus.
All'inizio dell'epidemia, il 25% dei medici dello staff (indipendentemente dalla loro specialità) è stato riassegnato all'unità Covid-19, una cifra che è aumentata progressivamente al 70% nelle settimane successive. Formazione sulla gestione di Covid-19 è stata fornita a tutto il personale ospedaliero: più di 1500 persone sono state formate in 1 settimana.
Dall'esperienza di Bergamo possono essere tratte due lezioni principali. Innanzitutto, tutti gli operatori sanitari negli ospedali, nelle case di cura e nella comunità avrebbero dovuto essere testati per Covid-19 e quelli positivi avrebbero dovuto essere isolati, anche se asintomatici. I medici sono stati inizialmente trascurati durante i tentativi di identificare e isolare le persone infette, che si concentravano su pazienti malati. Per questo motivo, e poiché i dispositivi di protezione individuale non sono stati resi immediatamente disponibili, specialmente per i medici di famiglia, sono morti 19 medici nella provincia di Bergamo (tra i 62 e i 74 anni).

Tempo di tromboplastina parziale attivata prolungato nei pazienti con Covid-19
5 MAGGIO. CORRESPONDENCE. Prolonged aPTT in Patients with Covid-19
In questo studio, il 20% dei pazienti con Covid-19 ha avuto un prolungato tempo di tromboplastina parziale attivata (aPTT). Nel 90% di questi casi, la causa era il lupus anticoagulante, senza sanguinamento associato. I pazienti con Covid-19 sono sensibili alle trombosi. La presenza di un aPTT prolungato non dovrebbe, in generale, essere considerata una controindicazione all'anticoagulazione.

quadratino Sistema renina-angiotensina-aldosterone e Covid-19

1 MAGGIORenin–Angiotensin–Aldosterone System Blockers and Covid-19
Questo studio caso-controllo basato sulla popolazione del nord Italia mostra che l'uso di ACE-inibitori e ARB è più frequente tra i pazienti con Covid-19 a causa di una maggiore prevalenza di malattie cardiovascolari. Tuttavia, non vi sono prove che ACE-inibitori e ARB influenzino il rischio di Covid-19.

1 MAGGIORAAS Inhibitors and Risk of Covid-19
Si teme che i pazienti che assumono bloccanti del sistema renina-angiotensina-aldosterone abbiano un rischio maggiore di Covid-19, poiché l'enzima 2 che converte l'angiotensina è un recettore del virus. Questo studio non ha mostrato alcun aumento della probabilità di test Covid-19 positivo o di Covid-19 grave in pazienti che assumono una delle cinque classi comuni di farmaci antiipertensivi.

1 MAGGIOCovid-19, Cardiovascular Disease, and Drug Therapy
Sono stati analizzati i dati di 8910 pazienti ricoverati in ospedale con una diagnosi di Covid-19. La malattia cardiovascolare era associata ad un aumentato rischio di morte in ospedale. Né l'uso di inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensinané l'uso di bloccanti del recettore dell'angiotensina sono stati associati ad un aumentato rischio di morte in ospedale.

1 MAGGIOEDITORIALRAAS Inhibitors and Covid-19
I redattori commentano tre articoli del Journal che forniscono dati di osservazione sul fatto che gli ACE-inibitori e gli ARB siano dannosi nel contesto dell'epidemia di Covid-19. Nessuno dei tre studi ha mostrato prove di danno sull'uso continuato di questi agenti.


Per saperne di più, consulta:

quadratino la sezione dedicata al nuovo coronavirus su BMJ
quadratino la sezione dedicata al nuovo coronavirus su Lancet
quadratino la sezione dedicata al nuovo coronavirus su Jama



immagine: it.freepik.com