21/9/2022

Riscaldamento globale e vecchie e nuove Cassandra: quelle previsioni scomode che si sono rivelate fondate

www.nature.com
Cassandra è una figura della mitologia greca. Figlia di Ecuba e di Priamo re di Troia, fu sacerdotessa nel tempio di Apollo da cui ebbe la facoltà della preveggenza. Prevedeva terribili sventure ed era pertanto invisa a molti.

Per antonomasia è frequente l'attribuzione dell'appellativo "Cassandra" alle persone che, pur annunciando eventi sfavorevoli giustamente previsti, non vengono credute.

Riscaldamento globale, a 50 anni dalla previsione del meteorologo John Sawyer

Cinquant'anni fa, proprio in questo mese, John Sawyer pubblicò un breve ma lungimirante articolo su Nature (consultabile online). In esso veniva riassunto ciò che all'epoca era noto sul ruolo dell'anidride carbonica nell'effetto serra e veniva fatta una delle prime previsioni del futuro riscaldamento globale: le temperature sarebbero aumentate di 0,6℃ entro la fine del ventesimo secolo.

Il meteorologo Richard Betts riconsidera quell'articolo storico e ne confronta le previsioni con la realtà attuale.

L'articolo di Sawyer aveva attinto al lavoro di diversi pionieri della scienza del clima e discuteva i principi del ciclo globale del carbonio, il ruolo dello sviluppo industriale come motore dell'incremento dei livelli di CO2 nell'atmosfera e i fattori che influenzano la risposta della temperatura globale a questo aumento.

Ad esempio, Sawyer evidenziava che lo sviluppo industriale aveva proceduto a un ritmo crescente, "tanto che l'anidride carbonica prodotta dall'uomo era aumentata in modo quasi esponenziale", mostrando una prima versione dell'ormai iconico grafico “keeling curve” della CO2 atmosferica.
keeling curve co2
Sawyer sottolineava che la CO2 si stava accumulando nell'atmosfera a circa la metà del tasso di emissioni dovuto all'assorbimento dell'altra metà da parte della vegetazione globale e degli oceani: "finché la produzione di anidride carbonica continua ad aumentare in modo esponenziale, è ragionevole presumere che circa la stessa proporzione di quella attuale (circa la metà) rimarrà nell'atmosfera e circa la stessa quantità andrà negli altri giacimenti".

L'articolo del 1972 citava anche lo studio del meteorologo svedese Bert Bolin - che in seguito divenne il primo presidente dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) - che aveva stimato un aumento del 25% della CO2 dell'atmosfera entro la fine del 20° secolo.

Le previsioni e la realtà evidenziati da Sawyer e commentati da Betts

Richard Betts analizza e commenta puntualmente vari aspetti, metodologie, dati e incertezze dello studio di John Sawyer.

L’articolo di Betts merita l’interesse degli esperti e un’attenta lettura.

Vogliamo qui mettere in evidenza un solo grafico interattivo (che comunque dovrà essere consultato online per una visione completa dei dati), tratto dal suo lavoro e che ben evidenzia come le previsioni di John Sawyer fossero fondate.

Nel grafico la supposizione di Sawyer (linea rossa) è messa a confronto con le temperature osservate supponendo che la sua previsione si applichi ai due decenni intorno all'anno 2000 (linea gialla) e a circa 20 anni dalla data di pubblicazione del suo articolo (linea blu).

Secondo questa definizione, il riscaldamento previsto da Sawyer di 0,6°C era una sovrastima, ma entro il 25% del riscaldamento osservato di 0,48°C.
previsione sawyer riscaldamento globale

Richard Betts conclude affermand che Sawyer è morto nel settembre 2000, quindi è sopravvissuto per vedere la sua predizione ampiamente avverata. Il suo articolo rimane un classico: un primo esempio di una revisione della comprensione contemporanea dell'impatto umano sul clima attraverso la combustione di combustibili fossili.

Noi aggiungiamo: le varie “Cassandra” sono scomode, ma considerare le loro previsioni potrebbe essere utile


Per saperne di più:

quadratino Man-made carbon dioxide and the greenhouse effect. Sawyer J. Nature 1972; 239: 23–26 (consultabile online)

quadratino 50th anniversary of a remarkable global-warming prediction. Betts R. CarbonBrief 1 September 2022

Per approfondire:

quadratino leggi i nostri articoli con il tag Inquinamento Cambiamento climatico