21/4/2022

Cosa mangiare per favorire la ripresa post COVID: a ciascuno l’alimento giusto

www.mdpi.com
I pazienti con sindrome post-COVID-19 necessitano di una valutazione personalizzata dello stato nutrizionale per rilevare potenziali carenze e migliorare le complicazioni fisiche e mentali e lo stato di salute generale.

All'inizio della pandemia, gli sforzi globali si sono concentrati sul contenimento della diffusione del virus e del contagio tra la popolazione.

Ciò di cui gli operatori sanitari devono ora occuparsi è lo stato di salute generale dei sopravvissuti alla malattia; è stata infatti identificata la sindrome post-COVID-19, che è caratterizzata anche da malnutrizione, perdita di massa magra e infiammazione di basso grado.

La completa guarigione dei pazienti potrebbe essere complicata da una compromissione funzionale persistente (cioè affaticamento e debolezza muscolare, disfagia, perdita di appetito e alterazioni del gusto/odore) nonché da disagio psicologico.

L'appropriata valutazione dello stato nutrizionale (valutazione dell'assunzione dietetica, antropometria e composizione corporea) è uno dei pilastri nella gestione di questi pazienti. D'altra parte, le raccomandazioni dietetiche personalizzate rappresentano la migliore strategia per garantire il recupero.

Già in altre news, NBST ha evidenziato alcuni studi sull’importanza che alcuni nutrienti/alimenti hanno dimostrato nelle varie fasi della pandemia.

La recente revisione che qui proponiamo, mirava a raccogliere le prove disponibili sul ruolo dei nutrienti e sulla loro integrazione nella ripresa dalla sindrome post-COVID-19, per fornire una linea guida pratica ai nutrizionisti per personalizzare gli interventi dietetici dei pazienti.

Lo studio analizza il ruolo della nutrizione dei pazienti affetti dalla sindrome post-COVID, con riferimento a:
  • ripristino della massa muscolare e sarcopenia
  • composizione del microbiota intestinale
  • sindrome da affaticamento post-COVID-19
  • possibile ruolo della dieta e dei singoli nutrienti nel benessere psicologico.
Viene poi affrontato il tema del ruolo dei nutrizionisti nella gestione dei pazienti e viene presentata una tabella riepilogativa degli strumenti/procedure per la valutazione nutrizionale nei pazienti con post-
Sindrome COVID-19.
valutazione alimentazione post covid tab

Sulla base delle precedenti premesse, vengono riportate le raccomandazioni dietetiche per i pazienti con sindrome post-COVID-19, con indicazioni per:
  • assunzione di elementi energetici
  • macronutrienti
  • micronutrienti
  • nutraceutici
  • dieta mediterranea
Ai pazienti dovrebbe essere consigliato di includere diversi alimenti che contengono naturalmente composti bioattivi con antinfiammatori e attività immunostimolanti (vedi figura).

raccomandazioni nutritive post covid
Sebbene siano ancora scarse le evidenze sulla gestione nutrizionale dei pazienti con post-COVID-19, tutte le raccomandazioni proposte riportate nella revisione potrebbero influenzare efficacemente i principali meccanismi fisiopatologici alla base di questa sindrome (vedi figura).

raccomandazioni nutritive post covid gruppi

Tuttavia, è importante sottolineare che alcune informazioni riportate sono state ottenute in studi che affrontano il trattamento delle malattie con esiti simili e sindromi non specificatamente post-COVID-19.

Sono quindi necessari studi che coinvolgono pazienti con sindrome post-COVID-19 per fornire il miglior approccio clinico per affrontare questa nuova malattia.

Per saperne di più:

quadratino Dietary Recommendations for Post-COVID-19 Syndrome
Barrea L, Grant WB, Frias-Toral E, Vetrani C, Verde L, de Alteriis G, Docimo A, Savastano S, Colao A, Muscogiuri G. Nutrients. 2022 Mar 20;14(6):1305. doi: 10.3390/nu14061305. PMID: 35334962; PMCID: PMC8954128.

Per approfondire:

quadratino leggi le nostre news:
quadratino leggi i nostri articoli con il tag Alimentazione
quadratino leggi i nostri articoli che trattano della pandemia Covid-19, contrassegnati dal tag generico Nuovo Coronavirus Covid-19
oppure dai tag specifici: Varianti di SARS-CoV-2Long CovidVaccini